Utente 405XXX
Salve a tutti
Sono una ragazza di 18 anni.. Un mesw fa circa stavo litigando con il mio ragazzo ad un tratto ho sentito di non riuscire a respirare come se stavo per svenire il cuore dallo spavento e andato a mille e sono finita al PS dicendomi di essere stata una cosa causata da motivi di tristezza..Dopo circa una settimana ho fatto un traslogo da un posto con il mare sono andata a vivere in un paesino e premetto che comprai un cane e ho sempre questo respiro corto..Se vado in palestra e faccio gli essercizi ho le vertigini respiro corto la vista mi diventa nera e tutto perche non riesco a fare respiri profondi.. Queste sensazioni mi durano 24 su 24 dopo che mi si fanno in palestra. Ho fatto esami della tiroide risulta negativa del cuore tutto a postl ho messo pure l holtere ma sempre a posto..Ora non so mia madre e allergica ai gatti forse io sono ai cani? pure mia zia e allergica al polline..Pero ho sempre questa sensazione di chiudere l occhi fastidio alla luce..A volte quando cerco di fare respiri profondi ho tosse secca.. Ho disturbi di sonno per quanto riguarda la respirazione corta e tutto disolito peggiora la notte quando mi sdraio nel letto..Mercoledi 6 ho la visiti per i polmoni devo fare la visita quella con il tubo che soffio per vedere la capacita polmonare..Se esce pure quella negativa che cosa puo essere?! Non sono mai stata una persona ansiosa anzi..pero ho anche una situazione particolare famigliare i miei si sono separati non ho un raporto facile con mio padre pero non sono mai stata ansiosa! che mi consigliate?
[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprendo perfettamente il tuo disagio e penso che gran parte della sintomatologia possa essere dovuta proprio ad uno stato d'ansia che è subentrato in seguito alle tue vicessitudini familiari. Gradatamente, devi accettare la tua nuova situazione familiare e dedicarti allo studio od al lavoro. Fortunatamente, mi sembra di capire che hai un Ragazzo vicino a te che ti aiuterà a superare questo periodo. Tornando alla sintomatologia, non vorrei che lo stress ti avesse procurato una infiammazione dell'esofago. Per una conferma o meno di tale ipotesi, dovresti sottoporti ad una visita specialistica otorinolaringoiatrica con rinolaringoscopia a fibre ottiche.
Un grande in bocca al lupo per il tuo futuro!