Utente 410XXX
Buon pomeriggio a tutti ho 32 anni ed un problema di Eiaculazione precoce. L'andrologo che ho consultato mi ha prescritto degli esami e nell'attesa delle risposte mi ha consigliato, nel caso questa situazione cominciasse a ledere seriamente i miei rapporti interpersonali, di ovviare momentaneamente al problema con del Viagrande che si è offerto di prescrivermi; io sulle prime ho rifiutato temendo di assumere un farmaco inutile per la mia situazione dato che il mio problema non sta nell'erezione ma ora comincio a credere di aver commesso un errore, insomma lui è pur sempre uno specialista ed ora non so se ripresentarmi a lui accettando o meno.il viagra avrebbe davvero migliorato i tempi dei miei rapporti?
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Diversi studi hanno sostenuto il ruolo terapeutico di PDE5Is in EP. Anche se il tempo di eiaculazione non è risultato significativamente migliorata, sildenafil ha aumentato la fiducia, la percezione del controllo dell’ eiaculatorio ed il grado di soddisfazione sessuale , ansia ridotta , e diminuito il tempo refrattario per raggiungere una seconda erezione dopo l'eiaculazione.
Segua quello che le ha suggerito il suo urologo. Se non migliorerá, tenterà con altri farmaci o altre tecniche di ritardo. Mi faccia sapere. Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille per la celere risposta.io rispetto ovviamente il consiglio dell'andrologo che ho consultato ma fatto è che non amo assumere farmaci e sapendo (anche se comunque ne so meno di lui e di voi sicuramente) che quella pillola ha degli effetti specifici che non riguardano il mio problema ho temuto di"appesantire" il mio organismo con una terapia inutile, avrei preferito di gran lunga qualcosa che si addicesse di più alla mia condizione, in sintesi se proprio dovessi assumere un farmaco vorrei quello che inibisse l'eiaculazione precoce così da avere dei rapporti soddisfacenti.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Ne riparli allora col suo medico andrologo. Le sue sono osservazioni legittime. Mi faccia sapere. Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Grazie ancora dottore è stato gentilissimo
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010