Utente 268XXX
Buongiorno dottori,

Sono stato operato di circoncisione parziale con allungamento del frenulo 14 giorni fa. (fimosi serrata, ma in realtà a riposo lo scoprivo benissimo)
I primi giorni sono stati un poco stressanti (come questi...non voglio problemi e spero non ce ne siano), però sto tentando di fare il bravo, non pensandoci, tentando di distogliere l'attenzione dalla zona e sperando che vada tutto bene.

Sono reduce ora dalla visita di controllo.. il medico chirurgo ( il mio urologo operante non è in sede) incaricato mi ha visitato ha detto che va tutto perfettamente, i punti stanno gradualmente cadendo. E' ancora gonfio, ma non ha riscontrato cose tipo parafimosi o altro, molto sereno: meno male.
Mi ha detto:
1) puoi riprendere l'attività fisica ( faccio palestra e ballo in maniera blanda)
2) Fra 7/10 secondo lui potrei anche riprendere l'attività masturbatoria/sessuale eventualmente controllando se vi è una buona lubrificazione o utilizzando gel lubrificanti (LUAN o simili).
3) Mi ha detto che è importante fare "esercizio" e mi ha prescritto una crema alla calendula da mettere nel solco dei punti al posto del gentalyn.
4) ho una crosticina vicino al meato, forse un punto saltato che la notte brucia un poco, ma il medico mi ha detto che i punti non si rimettono se non nell 24 ore, e che va bene così, anche se la notte tira e brucia è tutto normale (devo usare il ghiaccio?)
5) Mi ha detto di tenerlo solo con le garze negli slip senza legarlo in su. E per la sensibilità diminuirà in un paio di mesi.
6) Fra un mesetto per lui mi devo far rivedere dall'urologo operante.

Una visita tranquilla. Ma dettagliata.

ORA LE DOMANDE LE MIE DOMANDE:

1) E' giugno mi sono scordato di chiedergli se posso andare al mare: posso andarci, fare il bagno cose simili?
2) Alla mia domanda sulla recidiva della fimosi ha risposto: bisogna vedere quando sarà sgonfio quanto ricopre la corona e, sì è una eventualità che può capitare, ma è rara e ci vuole tempo per valutare. L'infermiere è intervenuto ed ha detto.. se fai esercizi e mobilità guarda che non succede tranquillo.
Quanto è quindi rara questa cosa di dover re-intervenire su una circoncisione parziale? Su internet e anche qui è data come spesso possibile.
3)I tempi sulla attività sessuale sono assai più corti di quanto pensavo.. provo o è meglio un tempo più lungo?
4) Il fatto che si appiccichino ancora le garze è normale? avete ulteriori accorgimenti da consigliare o di aspettare anche per lo sport?

Vi ringrazio delle risposte che vorrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Rispondo per punti:
1) per 30 giorni niente bagno
2)Non esiste una percentuale di probabilità. Se succede, cosa non molto frequente, bisognerà ripetere l'intervento.
3)20-30 giorni dall'intervento per l'attività sessuale sono sufficienti
4)le garze è normale si appiccichino. Lo sport dipende...Se fa equitazione o moto, meglio attendere. Altrimenti dopo due settimane può riprendere.

Spero di aver risposto. A presto
[#2] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo e risposta perfetta. Aspetterò gli ulteriori quindici giorni e la aggiornerò sulla evoluzione.

Un ulteriore aspetto... per quanto riguarda le erezioni (involontarie o meno...ma sto cercando di evitarle), possono essere ancora dannose (per punti e ferite) dopo 15 giorni?

Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Dopo 15 giorni, non penso proprio. Non si preoccupi che non succede niente. A presto
[#4] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore, a presto! :-)
[#5] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno a tutti,

Sono a 2 mesi (il 20/7) dall'intervento di circoncisione e reduce ieri dalla visita con l'urologo.
Mi è successo questo, il mio medico di famiglia (per i controlli settimanali) affermava fosse stata fatta una circoncisione totale la pelle restava tutta giù.
Negli ultimi giorni inoltre si era formato un salsicciotto gonfio sotto la corona.Ho prenotato perciò la visita dall'urologo operante.

L'urologo mi ha detto che quello è un edema perché la sutura è ovviamente più stretta della corona del glande e quindi se la pelle rimane giù strozza, non defluisce e si gonfia.
Con una manovra non dolorosa ma neanche naturale (tirava su e premeva il glande) ha riportato su la pelle a mezz'asta facendomi notare come fosse stata fatta una circoncisione parziale.

Mi ha spiegato che devo tirarlo su altrimenti si gonfia e che facendo così si sgonfierà da solo. E' quindi per lui una parafimosi ma di livello blandissimo e che non necessita di intervento di incisione (secondo lui così si sgonfia sia il frenulo, ancora gonfio, sia l'edema sotto la corona)Mi ha altresì detto di aspettare ancora per i rapporti sessuali. Per il resto posso fare tutto.

LE MIE DOMANDE a cui ha risposto ma in maniera non completa forse...

1) Ma se la sutura è più stretta della corona del glande... non si ricoprirà mai, cioè, l'elasticità della pelle residua porterà a risalire la pelle o dovrà sempre farsi quella manovra non proprio naturale per tirarla su? E' utile qualche crema elasticizzante? Per il mio urologo solo acqua e sapone.

2) Per l'edema lui ha detto di non utilizzare nulla. Ma è questo un decorso normale o dovrei utilizzare reparil cose varie per farlo sgonfiare? E' UN DECORSO NORMALE?

3) Per l'ipersensibilità ovviamente è situata molto per la parte della corona che la sua manovra è stata ricoperta (quindi fantastico!), ma è normale che mi dia ancora fastidio (non dolore) in alcuni casi tipo erezioni (cammino in maniera buffa poi),. devo lasciarlo libero nelle mutande?

4) Per i rapporti sessuali potrebbe essere utile le prime volte il preservativo in modo da ridurre sfregamenti e impatti o è controproducente?

Vi ringrazio.
[#6] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Risponde per punti:

1) Fare sempre quella manovra non è naturale. O la pelle ritorna su da sola oppure bisognerà rimetterci mano. Per le creme, segua le indicazioni del suo urologo.

2) Il decorso può essere normale.

3) Meglio lasciarlo libero, la sensibilità scenderà nel tempo

4) Per l'utilizzo del preservativo, beh, veda lei...se la lubrificazione è ottimale, non è necessario.

Cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore,

Ero fuori sede e ho solo letto.
Il 3/8 farò una nuova visita di controllo (due mesi e mezzo dall'operazione).

1) Sto rispettando il tempo datomi dal medico, evitando ancora i rapporti sessuali, ma segnalo che con la masturbazione, subito dopo (ed anche nelle garze) resta sempre un poco di pus giallo e questo non mi sembra normale. Cosa può essere? cosa si può fare?

2) Riguardo a questo edema, quando il medico ha fatto risalire la pelle segnalo che a me a salire a metà oltre la corona la pelle sale pure (SOLO A RIPOSO), ma poi riscende appena al di sotto e si ferma lì. Non so se sia perché il frenulo è gonfio o perché sotto al pelle vi è ancora quel salsicciotto ( ma non ci sono creme o altro per sgonfiare, tipo reparil o caledula?) o forse perché è stata fatta troppo stretta la sutura rispetto alla corona del glande?

Il medico non mi assegnò nessuna crema però il pus giallo e il gonfiore un poco restano.

Grazie dottore,
La aggiornerò in seguito alla visita.
[#8] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Allora, rispondo per punti:

1) Non penso sia pus ma solo delle secrezioni sierose. Cosa si può fare andrà valutato durante la visita del 3 agosto. Senza visitarla è difficile capire bene la strada migliore

2) Anche il secondo punto, deve essere valutato con la visita. Bisogna vedere bene.

Mi aggiorni. A presto
[#9] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dottori, e dott. Bottai in particolare, e buon rientro dalle vacanze.

La visita del 3 agosto è ahimè saltata vista l'assenza del mio urologo operatore.
Sia lui sia il mio medico di famiglia mi avevano chiesto di farmi sapere come sarebbe andata nelle situazioni sessuali e questo c'entra con quello che vado a scrivere.

Allora le secrezioni sierose continuano nel senso che la garza continua a sporcarsi di giallo in alcuni punti (non è maleodorante) e il glande tende comunque ad appiccicarsi ai tessuti della biancheria intima e questo non mi sembra normale.

1) Ho avuto un incontro con una ragazza che non è culminato in un rapporto completo ma in del petting.. QUANDO HO INSERITO IL PRESERVATIVO IL LATTICE SI STROZZA APPENA SOTTO IL GLANDE MA QUEL RIGONFIAMENTO DI CUI PARLIAMO IMPEDISCE ALLO STESSO DI SCORRERE SULL'ASTA E HA COSTRETTO ME A DIFFICILI MANOVRE PER FARLO SCORRERE.
FORZANDO RIESCO A FARLO SCENDERE E LA PELLE CHE SI GIRA MOSTRA UNA EVIDENTE ZONA ROSSA... COME DI PELLE FRESCA E NON CICATRIZZATA CHE E' CAUSA DI QUEL RIGONFIAMENTO...COSA PUO' ESSERE? ricordo che sono 3 mesi dall'operazione (il 20/5).

2) PROBLEMA SESSUALE, sento molta sensibilità e fastidio al livello del filetto e la lubrificazione è praticamente assente durante la masturbazione (glande secco) praticatami da questa ragazza provocava in me un fastidio intenso.
Ho poi raggiunto l'orgasmo a seguito di rapporto orale ma successivamente dopo circa 15 minuti ci siamo strusciati ed abbiamo provato una penetrazione anale: ora non vorrei che per qualche motivo - non c'è stata penetrazione completa a livello vaginale in quanto sono stato attento e poi perché difficile visto l'utero retroverso della mia partner- con lo strusciamento del mio glande contro la parte esterna della sua vagina ci siano rischi che lei sia incinta.
E' A RISCHIO? Successivamente ho infatti raggiunto l'orgasmo dopo molto a seguito di stimolazione orale.
Spero su questo potrà rispondermi.

3) PROBLEMI DI FIDUCIA CON L'UROLOGO: ho visto il mio medico molto distaccato ed un pò facilone e breve nelle spiegazioni (tutte visite a pagamento), ma dopo 3 mesi riscontro ancora dei problemi e vorrei cambiarlo: il suo consiglio è di farlo oppure visto che il chirurgo operatore è lui è opportuno che continui a seguirmi lui che conosce la cosa?.. teniamo presente che neanche mi si ricorda quando mi vede. Ed ho paura che abbia lavorato male. Questo visto che a breve prenoterò una visita urologica.

Ringrazio chiunque vorrà rispondere.
[#10] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Se lei non è soddisfatto, consulti un altro urologo. Questo è il mio consiglio. Un urologo che non ha eseguito l'intervento le dirà la sua reale situazione.
Per il dubbio di gravidanza, non credo proprio sia possibile. Stia tranquillo. A presto e mi faccia sapere
[#11] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dottore,

Ho sostenuto presso un grosso ospedale della capitale la visita urologica.
Il medico afferma che mi è stata praticata una postectomia e quindi mi è stata lasciata un poco di pelle. Secondo lui l'operazione è stata tecnicamente ben fatta.

DOMANDA MIA: Ma le secrezioni sierose che macchiano ancora le garze e la sensibilità elevata?
Eh ad ora non c'è siero quindi non lo so da cosa deriva (colpa mia che mi ero lavato?).
Per la sensibilità non è normale ma non ha dato risposte nè rimedi, forse devo solo abituarmi.

SULLA CICATRICE lui ha evidenziato,come nei miei sospetti, che vi è un ipertrofia di tipo quasi cheloide. Mi ha detto che questo ESULA DALLE SUE COMPETENZE.Alle mie domande sulla sua reversibilità, basata anche sulla sua esperienza professionale, rispondeva non lo so ( è colpa di come cicatrizza lei) ma non lo so in quanto "io sono solo un urologo".
A me sembra strano in quanto sarà pure un esito cicatriziale mio ma è dovuto ad una operazione urologica di tua competenza...vabbè, forse sono stato troppo morbido nell'approccio.

CURE ASSEGNATEMI:
1) Gentalyn beta da applicare 2 volte al giorno ( mi era stato sospeso proprio per permettere la cicatrizzazione... ha senso?)
2) Vea gel ( 2 volte al giorno)
3) Integratore SIBEN (Bromelina 200 mg, Boswellia serrata 200 mg)
4) Dice che vi sono creme del tipo "contract lube.." cose apposite ma non ne sa il nome.

Ha quindi detto di attendere un mese e di rivolgermi poi a un dermatologo o a un chirurgo plastico.

1)Secondo lei dovrei rivolgermi più ad un dermatologo che potrebbe indicarmi le vie alternative o direttamente ad un chirurgo plastico che opera e basta (e si spera) prevenga nuovi esiti..sarebbe una nuova circoncisione??

2) Secondo la sua esperienza forme cheloidi possono essere reversibili non chirurgicamente? E per quanto riguarda l'attività sessuale potrei continuare o ciò potrebbe aggravare il tutto?

3) Per quanto riguarda il siero, e la difficoltà di far risalire la pelle, può essere tutto dovuto a questo cheloide che creando rigonfiamenti impedisce il giusto aderire alla ferita? E' solo una mia interpretazione. Quale medico potrebbe risolvere queste secrezioni gialle e con odore cmq forte?

La ringrazio per i consigli che vorrà darmi.
[#12] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Un cheloide non è reversibile. Si può solo fare un altro intervento e vedere se la cute cicatrizza meglio. In realtà io non mando dal chirurgo plastico per tale problema.
Il medico che le deve spiegare tutto e, eventualmente rioperarla, è l'urologo. Io non so come è la sua situazione ma, almeno che non ci siano problemi oggettivi nell'effettuare un'altra circoncisione, aspetterei ad andare da un chirurgo plastico e mi rivolgerei ad un urologo. Mi faccia sapere
[#13] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
grazie dottore!! Chiarissimo, anche se la notizia non è propriamente fantastica.

Settimana prossima andrò dal mio urologo operatore e farò le valutazioni del caso.
Io a marzo sono stato operato di safenectomia totale e non ho sviluppato alcun cheloide: anzi. Cicatrici perfette è quindi questo un errore del chirurgo (non denuncio nessuno vorrei solo una opinione) che dovrei fargli notare o è una mia conformazione?

1)Ma lei con nuovo intervento cosa intende? una nuova circoncisione, cioè dalla postectomia attuale arrivare ad una circoncisione totale? o si interviene solo sul cheloide- rosso tutto intorno al glande-? Ci sono probabilità/strumenti per evitare una recidiva?

2)quindi pomate tipo contractubelex e integratori di bromelina o sui generis - prescritti dall'ultimo urologo- non vado manco a comprarle data la loro inutilità?

3) SESSUALITA': Penso che il siero che produco, che è di odore forte è sgradevole sia dovuto al cheloide è possibile? Adesso posso avere rapporti sessuali o soffrirei di dolore o parafimosi o altro? esistono saponi terapeutici/creme molto forti per deodorare la zona?

Spero risponderà. Io la aggiorno in seguito alla visita... e ancora grazie
[#14] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Non è un errore del chirurgo se è un cheloide vero. Se è una cicatrice brutta, allora la sutura può essere stata fatta in modo frettoloso e non corretto.
Si può eliminare il cheloide o la brutta cicatrice facendo un ulteriore intervento di postectomia e quindi facendo una postectomia totale. Questo dipende poi dal quadro clinico che io non posso vedere. Se è un vero cheloide, c'è una possibilità che si riformi.
Al momento, dato che non conosco la situazione, deve seguire la terapia prescritta.
Per i rapporti sessuali, veda lei. Non dovrebbero esserci problemi. Saponi specifici non ci sono...A presto
[#15] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore,

Sono passati quasi sei mesi la aggiorno: ho parlato con il mio medico di famiglia che mi ha spiegato che il gioco non vale assolutamente la candela in quanto a tentare una soluzione dal chirurgo plastico.
Ho lasciato passare un poco di tempo e sembra che tutto si sia risolto, non da fastidio a parte i problemi sopra indicati anche le secrezioni sembrano scomparse.
Ci vuole un poco di tempo e alla fine sembra vada tutto bene.

Ora dopo sei mesi dall'intervento c'è la possibilità che io abbia un rapporto sessuale , non so è il primo post circoncisione, ho paura in generale di non essere esaltante o meglio c'è la possibilità che ci siano tipo eiaculazioni precoci o dolori dovuti alla nuova situazione? E' perché ci tengo e sono in ansia.. un ansia gioiosa ma comunque ansia... è un poco come di nuovo la prima volta... la ringrazio se vorrà dirmi qualcosa.

Per quanto riguarda la circoncisione (ora risolta, ci vuole il giusto tempo!) e il resto Vi ringrazio, questo servizio mi ha aiutato tanto in questi mesi, a maggior ragione per la chiarezza delle risposte ricevute in generale nel passato dai professionisti e da Lei per questa problematica.
grazie