sacco  
 
Utente 361XXX
Gentili Dottori, ho da sempre un neo nella parte superiore della scapola dx della grandezza di circa 5-6 mm, di colore marrone normale, leggermente in rilievo, con all'interno due piccolissimi nei scuri e con bordo sfumato marroncino, i bordi non saprei come definirli, perchè non è tondeggiante, ma neanche a cartina geografica. Toccandolo sento solo questi due piccolissimi nei al suo interno. Non mi dà alcun sintomo. L'ho fatto vedere una decina di anni fa al mio medico di famiglia che lo guardò con la luce blu e mi disse che potevo stare assolutamente tranquilla. Non è cambiato negli anni, sia io che il mio ragazzo ricordiamo che ha sempre avuto questo aspetto, anche il bordo sfumato. Ora però sono preoccupata perchè facendo delle ricerche ho letto che i nei così possono essere dei melanomi! Ho prenotato la epiluminescenza, ma sono terrorizzata e vorrei sapere se il bordo sfumato e i puntini all'interno sono sempre indice di melanoma. E il fatto di avere questo neo così da anni ed anni cosa ci dice? Se fosse stato maligno avrebbe dato segni?Spero in una vostra risposta, cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
I nevi apparentemente hanno centinaia di aspetti differenti tra loro, bordi netti, sfumati, puntini.... Se uno non è esperto passa giorni a pensare di evere un sacco di melanomi sulla pelle, soprattutto dopo avere girovagato su Internet in cerca di foto che assomiglino al suo "puntino".
Il mio consiglio è quello di stare calmi e di programmare controlli periodici con il dermatologo che è l'unico professionista esperto in materia e valuta gli elementi melanocitari col dermatoscopio, strumento che rende tutto molto più facile rispetto all'apparenza che i nevi possono avere ad occhio nudo.
Cordialissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta Dottori Brunelli, in effetti cercare su internet immagini di nei che potessero somigliare al mio, è esattamente ciò che ho fatto...e non le dico cosa ho trovato e, successivamente, immaginato...Ma lo sa già!
Nel frattempo ho fatto una cosa più saggia, cioè ho fatto osservare il neo in epiluminescenza e il dermatologo ha subito detto che il mio è un "neo buono" che ha definito melanocitico composto. Mi ha detto che posso tenerlo e devo farlo ricontrollare annualmente stando attenta, nel frattempo, a sue eventuali modificazioni. Lei è d'accordo con queste indicazioni? Ho dimenticato di chiedere al dottore come posso fare a proteggere il neo al mare, basta la crema protezione 30 che uso sempre o esiste qualcosa che serva a coprire solo i nei, tipo degli stick o addirittura cerotti, ecc? Grazie e buon lavoro!
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Sono d'accordo sul fatto che siano necessarie visite di prevenzione periodica. Non è utile controllare il singolo Nevo, a meno non risulti già "sospetto", ma è tutta la superficie cutanea che dovrebbe essere valutata compresa l'area genitale. Il melanoma può nascere ovunque, e come spesso abbiamo sottolineato nella grande maggioranza dei casi insorge su cute sana, quindi non da un Nevo preesistente. Per quanto riguarda la protezione solare vale lo stesso discorso: tutta la superficie cutanea deve essere protetta per evitare scottature, non è assolutamente necessario coprire in particolare ogni singolo Nevo. Non riusciamo ancora a capire di preciso come sia nata questa leggenda metropolitana... Per quanto riguarda il fattore di protezione dipende dal tipo di pelle, l'importante è evitare la scottatura solare. Va infine ricordato come i filtri delle creme solari abbiano una stabilità relativa: a seconda della qualità del prodotto dovrebbero essere riapplicati ogni 2 o 3 ore.
Cordiali saluti