Utente 415XXX
Gentilissimi dottori,
vorrei sapere quale test effettuare a titolo di screening per sapere se sono stato infettato da Clamidia dopo un rapporto non protetto risalente a Dicembre (2015). Sono un uomo e gli unici, lievi, sintomi che ho avuto sono i seguenti:

-Bruciore alla punta del pene, e bisogno frequente di urinare (soltanto per un paio di giorni dopo il rapporto)
-Aumento di liquido pre-eiaculatorio, e difficoltà a controllarlo (mai successo prima)
-Ogni tanto fastidio ai testicoli e nella zona perianale, e bruciore alla punta del pene (ma MAI quando urino)

vorrei sapere quale test posso effettuare? tampone uretrale o ricerca nelle urine? o entrambi?

Ho sentito il mio medico curante, ed ho fatto una visita venereologica dal dermatologo ed entrambi mi hanno sconsigliato di effettuare test per assenza di sintomi evidenti. Non saprei proprio a chi rivolgermi, e vorrei evitare di fare una visita andrologica solo per sapere quale test effettuare.

grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se vuole evitare test eventualmente inutili e anche fastidiosi bene sentire in diretta prima un esperto andrologo e con lui valutare se utile fare delle valutazioni colturali complete sulle urine, sul liquido seminale ed eventualmente su tampone uretrale.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della risposta, per caso mi saprebbe consigliare un buon andrologo a Palermo?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sulla questione "indicare un collega" le dico che questa non è la sede per una informazione così particolare e non di interesse generale.

Questo quesito è bene porlo, in prima battuta, al suo medico di fiducia e poi comunque, in altre sezioni del nostro sito, può sempre trovare un aiuto più mirato alla sua domanda.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Caro Dottore ha ragione, mi scuso. Venerdi Ho sentito uno specialista, ed ho fatto una visita. Mi sono stati prescritti i seguenti esami:

-urino/spermio coltura
-ceppi comuni
-clamidia DNA
-Urea/mico plasma

Ora mi scuso se la disturbo ancora ma vorrei effettuare gli esami domani mattina stesso e non ho ben capito se per la spermiocoltura è necessaria la astensione dalla masturbazione per 3-5 giorni e se devo evitare di urinare qualche ora prima della raccolta del campione, o se invece è consigliabile urinare prima della raccolta. Penso che dato che NON devo fare un tampone uretrale, sia meglio non urinare così da non inficiare eventuali positività a batteri presenti nell'uretra; conferma? e immagino che dovrei fare la raccolta delle urine il giorno successivo. Inoltre considerando che siamo in estate, e la temperatura esterna è di circa 28/30 gradi potrei raccogliere il campione a casa e portarlo entro un ora al laboratorio? Purtroppo non ho modo di risentire il mio l'andrologo prima di domani pomeriggio.

grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le informazioni che ha sono corrette, le segua.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore, perdoni la mia ansia a riguardo.

Ieri ho sentito il laboratorio dove dovrei eseguire la spermiocoltura e la urinocoltura i quali mi hanno detto che per la ricerca della clamidia basta solo lo sperma, e che inoltre posso raccogliere tutti e due i campioni nella stessa mattina. Prima urine e poi sperma. Mi hanno detto che la ricerca del dna della clamidia sullo sperma è uno dei più sensibili, quindi qualora risultasse negativo è un assoluta certezza. Stessa cosa ha detto l'andrologo che mi sta seguendo. Qualcun altro può confermare? dato che leggo qui stesso su medicitalia che molti sostengono che il metedo più sensibile sia la ricerca del dna sulle urine, ed altri invece sul tampone uretrale, mi sembra strano che io devo fare solo la spermiocoltura.

Inoltre in questi giorni ho una fastidiosissima sensazione di bruciore all'uretra, sensazione di pesantezza all'inguine e ho bisogno di andare parecchie volte in bagno ad urinare.
[#7] dopo  
Utente 415XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimi dottori,
mi permetto di chiedere ancora una volta il vostro consulto.

Ho eseguito tali esami in due diversi laboratori:

Laboratorio 1:
-Liquido seminale, esame colturale, ricerca di germi comuni,mycoplasma ed ureaplasma. ESITO NEGATIVO

-Urine della mattina, ricerca DNA Chlamydia t. ESITO NEGATIVO

Laboratorio 2:
-Liquido seminale,esame colturale. ESITO NEGATIVO
-Liquido seminale, ricerca DNA per Chlamydia t., Ureaplasma e Mycoplasma. ESITO NEGATIVO

-Urine della mattina, esame colturale, ESITO NEGATIVO
-Urine della mattina, ricerca DNA per Chlamydia t., Ureaplasma e Mycoplasma. ESITO NEGATIVO


Tuttavia continuano le fastidiose uretriti, fastidio perineale, talvolta inguinale, con bisogno frequente ad urinare. L'andrologo presso il quale ho effettuato la vista, nonostante conferma l'arrossamento al meato uretrale, mi ha detto che posso escludere un eventuale contagio da IST e di non procedere oltre con le indagini.

Secondo voi posso quindi escludere definitivamente una infezione batterica (IST e non) ?
come mai continuo ad avere sempre bruciore e prurito post-minzionale? dovrei sentire forse una altro specialista? ho letto che certe volte il contagio da gonococco provoca uretriti senza secrezioni, forse potrebbe essere il mio caso. Inoltre ultimamente noto che anche il glande si irrita spesso, e si spella. Non so se la cosa è collegata.
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tutte le valutazioni colturali fatte sono negative, difficile pensare alla presenza di un gonococco.

Forse le manca l'esecuzione di un tampone balano-prepuziale ed uretrale con la solita indagine colturale completa più eventuale ricerca DNA per ricerca dei vari ceppi dell'HPV.

Risenta ora il suo specialista di riferimento e con lui valuti per bene se utili o meno anche questo tipo di indagini.

Ancora un cordiale saluto.