mst  
 
Utente 422XXX
Buonasera,
A seguito di un rapporto a rischio avvenuto a fine maggio dopo circa 15-20 giorni ho iniziato ad accusare debolezza, dolore muscolare, dolore articolare, candida orale accertata da tampone, piccolo linfonodo interno coscia ( diciamo altezza dello scroto ma sulla coscia all'interno), perdita tono muscolare.
Ad oggi sono passati più di tre mesi e ho ancora tutti i sintomi elencati.
Ho fatto test Hiv-sifilide a 45 giorni, test Hiv-sifilide-epatiti a 55 giorni è l'ultimo test Hiv a 95 giorni tutti risultati negativi.
Non so più cosa fare sono stanco e molto abbattuto.
Il mio medico dice che è ansia o stress, secondo me possono aiutare a stare male ma i dolori ci sono e non so come uscirne.
Potete aiutarmi.
come devo considerare i test effettuati?
Devo ripeterli?
Potete consigliarmi altri test da fare o altro?
vivo anche in famiglia e la paura di poter trasmettere qualcosa è alta.
Attendo un vostro gentile riscontro
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
sarebbe opportuno valutare infezioni più comuni e banali, come la Mononucleosi e la Citomegalovirosi, che danno questa sintomatologia asteniforme.
Chieda al suo Medico se ritenga opportuno effettuare la sierologia per HBV (EBNA - VCA IgM+IgG) ed EA (Early Antigen) e per CMV (IgM+IgG) associati ad un emocromo e allo studio della funzionalità epatica (AST/ALT).
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,
Oggi vado dal mio medico e chiedo di prescrivermi le analisi da Lei consigliate.
I test HIV-SIFILIDE effettuati secondo Lei sono attendibili o devo ripeterli?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Ad un mese e mezzo dal contatto la sierologia per la sifilide si sarebbe positivizzata.
Non è il caso di ripeterli.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio
il non ripeterlo vale anche per HIV?
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Si certo, l'avevo omesso.
A 95 gg dal contatto a rischio il test HIV va considerato definitivo.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera,
Ho effettuato i test per autoimmuni, hbv, CMV, ea sono risultati negativi.
Mi scusi dottore ma non so più dove cercare continuo ad avere sintomi strani come dolori alle ginocchia e dietro, fastidio inquine, dolore dietro al collo, stanchezza generale e malessere.
Secondo lei è da escludere Hiv? È possibile che dopo 3 mesi il virus non viene rilevato?
Sono preoccupato.
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Se lei vuol sentirsi ripetere che dopo tre mesi un Test HIV I -II di IV gen. p24 deve essere considerato definitivo, io glielo ripeto.
Sperando che davvero repetita iuvent (ciò che è ripetuto le giovi)!
Se tutti gli esami sono negativi è molto probabile che lei abbia una somatizzazione della paura di essersi infettato e viva in un prenne stato di ansia che le porta malessere.
Ciò che le posso consigliare è di rivolgersi a chi possa aiutarla in tal senso: che significa per esempio "fastidio all'inguine"?
Crede davvero che una sieroconversione, con test negativo, dia fastidio all'inguine, dolore al ginocchio e al collo?
Chiuda questo capitolo della sua vita e veda di non ricaderci: per questa volta le è andata bene, nonostante i suoi dubbi irrazionali o forse, i suoi sensi di colpa.
Saluti,
Dott. Caldarola.