Utente 426XXX
Buongiorno,
chiedo gentilmente un consulto relativamente ai risultati di esami sangue/urine da me effettuati in data 12/10/2016 (ho potuto visionare i risultati sul mio fascicolo sanitario online).
Tali esami mi sono stati prescritti dalla mia endocrinologa per controllo glicemia e tsh, in quanto da un paio di anni sono insulinoresistente.
Sono una donna di 27 anni compiuti, mio nonno materno era diabetico. Da un anno ho interrotto l'assunzione della pillola anticoncezionale dopo un periodo di assunzione di due anni e mezzo.
Al momento assumo due volte al giorno un integratore di inositolo e acido folico.
Specifico per completezza che il giorno del prelievo ero appena uscita da una settimana di forte raffreddore e mal di gola.
I valori sono i seguenti:

Sangue:
Glucosio: 111 (riferimenti 60-110) - a febbraio 2016 il valore era 105
HbA1c glicata (HPLC): 33 (riferimenti 20-42) - a febbraio 2016 il valore era 35
Creatinina: 0,68 (riferimenti 0,50-1,20)
eGFR (Velocità di Filtrazione Glomerulare) (calcolo secondo CKD-EPI): 120 (non ho range di riferimento)
Tireotropina (TSH) (CLIA): 2,82 (riferimenti 0,25-4,50) - a febbraio 2016 il valore era 3,18

Urine:
i valori sono nella norma tranne i seguenti:
Corpi chetonici: 10 (dovrebbero essere assenti)
Batteri: 110 (riferimenti o-100) ma risulta che la batteriuria non sia significativa per verosimile inquinamento

Il mio dubbio riguarda i corpi chetonici, la cui presenza , se non erro, dovrebbe essere tipica delle condizioni caratterizzate da un esaltato catabolismo di acidi grassi liberi in presenza di una ridotta disponibilità di glucosio.
Mi chiedo come sia possibile, avendo io una glicemia di 111.
Secondo voi devo preoccuparmi? So che la presenza di corpi chetonici in presenza di iperinsulinemia è preoccupante.
Però, pur essendo aumentato il glucosio, la glicata è inferiore rispetto a Febbraio 2016.
Non riesco a mettermi in contatto col mio medico di base e ho appuntamento con l'endocrinologa tra una decina di giorni.

Vi ringrazio davvero per il servizio che offrite e spero in una vostra rassicurazione.

Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Michele Volpi
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Salve
non mi preoccuperei più di tanto e ripeterei gli esami tra un mese circa.
Vedrà che la situazione risulterà nella norma.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottor Volpi,
La ringrazio molto per la Sua risposta.
Nel frattempo ho effettuato la visita con la mia endocrinologa, la quale mi ha sostituito l' integratore che assumo quotidianamente con la metformina 500 ( 2 volte al giorno) per cercare di abbassare la glicemia.
Avevo già tentato in passato, con risultati disastrosi per il mio intestino, ma a suo parere è l' unica terapia per me possibile contro l'insulinoresistenza e l'ovaio policistico ( dopo la sospensione della pillola ho avuto quasi esclusivamente cicli anovulatori).
Se avesse voglia di darmi un Suo parere gliene sarei grata.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Michele Volpi
24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
E' una terapia sicuramente mirata.
Sii fiduciosa.
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Lo farò Sicuramente; grazie ancora Dottore per il suo tempo.

Cordiali saluti