Sensazione di prurito localizzato/diffuso, serale/giornaliero

Da diverso tempo sto soffrendo di una sensazione di prurito che mi colpisce soprattutto la notte, e sulla zona anteriore-laterale della caviglia dx, dove sono comparsi da diversi giorni dei puntini rossi localizzati e vicini, simili a quelli successivi ad una depilazione con strappo, forse per il troppo grattarmi. Ma la sensazione di prurito si manifesta in modo intermittente anche durante la giornata, seppur di minore intensità, e generalizzata su tutto il corpo, ma senza lesioni.
Non ho dato molta importanza alla cosa, ma inizio a essere preoccupato, anche dalle letture di rito di post precedenti di altri utenti, prima di aprirne uno nuovo. Ho letto anche l'articolo del Dottor A. Corica (https://www.medicitalia.it/minforma/allergologia-e-immunologia/25-il-prurito.html), che mi ha aiutato nel portare altra alla mente altri possibili sintomi che forse avrei evitato di scrivere, per dimenticanza o per ignoranza.
Una settimana fa dopo l'espulsione delle feci, ho notato un colore molto scuro, e la presenza di macchie rosse sulla carta igienica, liquide e poco viscose, completamente assorbite dalla carta, ma non sono sicuro si trattasse di sangue, mi sono detto che poteva essere pomodo, visto che non lo digerisco benissimo, quando mangiato crudo o cotto, intero o tagliuzzato.
Soffro di tiroidite di Hashimoto diagnosticata nel 2012, ma non assumo ormoni, perché secondo parere medico, la mia tiroide produce ancora ormoni in un range di normalità, eseguo solo visita annuale di controllo.
Di recente ho assunto alcol in maggiore quantità rispetto al normale, e intendo come normale 1/2 birre 33cl a settimana, ma è stato un caso.
La sensazione di prurito mi sembra che peggiori e di molto, durante e dopo una doccia, soprattutto se l'acqua è calda; ho una pelle tendenzialmente secca, da adolescente ho dovuto curare l'acne con cicli di Roaccutan.
Mi fu riscontrato, durante una visita urologica con ecografia, qualche anno fa, un serio ingrossamento del pancreas, poi rientrato nella visita successiva, dopo una cura di integratori.
Non sono sicuro di avere qualche problema circolatorio, ma mia madre ne soffre, ed è affetta da sindrome di Wolff-Parkinson-White, dopo il risveglio di solito ho difficoltà a "svegliare" le gambe dal torpore, e per un'intera giornata, meno di un mese fa, ho avvertito chiaramente il susseguirsi di un battito cardiaco irregolare, a tal punto da poter ascoltare il suo rimbombare nelle orecchie. Mai successo prima.
Non ho febbre né sudorazione, e non avverto alcun ingrossamento linfonodale al tatto. Riconosco di essere una persona ansiosa.
Mi sono promesso di scrivere tutto ciò che poteva essere utile, non per pretendere un consulto a distanza, ma per avere un riferimento col quale confrontarmi, in quanto lunedì stesso mi recherò dal mio medico curante sperando di poter fare un'analisi del sangue e/o altri esami.
Grazie, come sempre, in anticipo, per questa possibilità gratuita che ci offrite.
[#1]
Dr. Michele Volpi Chirurgo d'urgenza 170 4
Salve
farei degli esami di routine compresi TRANSAMINASI,FOSFATASI ALCALINA,BILIRUBINA TOTALE E FRAZIONATA e AMILASI/LIPASI oltre a EMOCROMO per poi trarre le dovute conclusioni del caso.
Cordiali Saluti

Dr. michele volpi
dottvolpimichele@gmail.com

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test