Utente 437XXX

Salve,
Da tre anni, anche se a volte non ci penso, ho una sensazione di calore alle ginocchia e a scendere fino al collo del piede.
In modo più leggero lo avverto a volte anche alle cosce. Si localizza soprattutto nella parte anteriore delle degli arti.
Son diabetico in trattamento con metformina 850 x due volte al dì; emoglobina glicosilata sempre non superiore a 6,5.
Ho un ernia discale cervicale mediana tra C4 e C5 e numerose protrusioni e dolori ad entrambe le braccia con formicolio e ridotta sensibilità al pollice, indice e medio di entrambe le mani, con sensazione di gonfiore quando le chiudo. Ho anche una condizione di sofferenza discale L5- S1.

Quali accertamenti dovrei fare per capire se si tratta di un patologia su base neurologica o vascolare, etc?
Il medico al momento mi ha consigliato un integratore che si chiama "Pervene" ( 1 cp al di x 10 gg al mese) e un gel sempre per le vene da applicare due volte al di alle gambe. Già dopo l'assunzione di due compresse di "Pervene" la mattina mi sono trovato con due leggere borse sotto gli occhi.

Gradirei una urgente risposta su quale sia il percorso diagnostico e terapeutico da intrprendere.

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, i disturbi da lei riferiti sono più da riferire ad una Radicolopatia L5-S1 che non ad un problema vascolare. Infatti la localizzazione di "quei fastidi" rientra nel territorio innervato da nervi che fanno capo al tratto di colonna vertebrale già citato. Ritengo pertanto che lo specialista da contattare sia un Ortopedico specializzato in problematiche di rachide, che eventualmente la indirizzerà da un Neurochirurgo.
Per quanto letto, escluderei che dipenda dal Diabete ma uso il condizionale, perché gli unici dati inerenti a questa condizione sono, l'Emoglobina glicata e la terapia con metformina. Il valore della prima è ottimale, la seconda rappresenta una terapia eccellente in assenza di controindicazioni.
Cordialmente