Utente 785XXX
gentili dottori

ho già scritto in merito a un nevo non in rillievo che si trova circa 5 cm sopra il capezzolo destro. I segnali che mi hanno preoccupato maggiormente possono essere riassunti cosi': si tratta di un nevo di circa 5 mm di diametro, di colore marrone scuro.
Non è il colore che mi ha preoccupato ma piu' che altro il fatto che la parte superiore del nevo è abb. tondeggiante, mentre quella inferiore sembra invece espandersi orizzontalmente ( devo dire con una certa simmetria) determinando un contorno frastagliato. Sembra esserci una parte del neo piu' scura(marrone scuro): essa sta all'incirca al centro del nevo. Le parti che SEMBRANO essere in espansione risultano un po' piu' chiare (marronechiaro).

Ho consultato alcuni medici generalisti che dopo aver dato un'occhiata al nevo non mi sono sembrati preoccupati: "non sembrano esserci segni di vascolarizzazione", "i contorni risultano comunque abb. netti", "il colore è buono". Queste in sostanza le loro osservazioni.
Poi c'è chi, tenendo conto della mia età (18 anni), del tipo di pelle non particolarmente chiara e sensibile, dell'assenza di lentiggini, della forma comunque "tondeggiante" del nevo, ha ritenuto facoltativa una visita dermatologica.
C'è invece chi tenendo conto dell' elevato numero di nevi presenti sul corpo o dei contorni frastagliati del nevo, ha auspicato una visita dermatologica NON urgente tra 2-3 settimane.
Posso aggiungere che è da piu' di 3 settimane che tengo sott'occhio il nevo, e quest'ultimo non sembra aver subito particolari mutamenti, restando in sostanza come era prima.

Forse tutto cio' che sto per dire potrà sembrare, a voi specialisti, inverosimile anche perchè non riscontro particolare prurito o sanguinamento, MA :
Sono comunque preoccupato per i contorni del nevo e per la sua apparente espansione e crescita descritta all'inizio. E vista l'assenza di mutamenti in superficie, temo che il nevo possa già aver terminato la fase di espansione e iniziato una fase di crescita in profondità ( potrebbe forse trattarsi di un melanoma sottile? Oppure di un nevo displastico?( vista la presenza di un centro un po' piu'scuro), o addirittura di qualcosa di peggio?) Ie indicazioni dei medici generalisti vi sembrano abb. premurose? Credete che il dermatologo mi farà asportare il nevo? Quali sono le caratteristiche di un nevo in crescita?
Alla mia eta' (18 anni) è possibile essere colpiti da melanoma?

scusate tutte queste domande ma sono in ansia.
aspetto una vostra tempestiva risposta

cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lascio libero spazio, pur occupandomi di melanomi da sempre, ai colleghi specialisti dermatologi e intervengo solo perchè la Sua ansia è galoppante.

Quasi certamente non ha un melanoma(anzi sottolinea "tondeggiante" e "simmetria" e la Sua cultura "fai da Te" la porta a sovrastimare quanto ha letto sulla rete.
Tutti i melanomi, ma anche tutti i nevi normali sono destinati a crescere. Crescita ( e poi che crescita ha registrato se è di soli 5 mm ?), è solo una delle caratteristiche di cui si tiene conto nella diagnostica delle lesioni cutanee.

Pertanto stia tranquillo e si sottoponga alla VISITA DERMATOLOGICA che ovviamente resta indispensabile per
fare una diagnosi.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La risposta, gentile ragazzo è semplice come effettuare la visita dermatologica, corredata in maniera indispensabile dall'epiluminescenza e se occorre anche dalla video-dermatoscopia:

i se, i ma, i forse, non appartengono a questo ramo della dermatologia che è chiaro, completo e ben strutturato.

cari saluti
[#3] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
concordo.
volevo solo sapere se ci sono probabilita' di essere colpiti da melanoma alla mia eta' (18).

saluti cordiali
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
si ci sono.

cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Aggiungo la considerazione che il melanoma ha una crescita nella maggior parte dei casi molto lenta: pertanto anche se dovesse essere un melanoma non cambia sostanzialmente nulla se la visita è dopo 3 settimane. Questo per tranquillizzarla ulteriormente.
Naturalmente a 18 anni il melanoma è straordinario pur non impossibile. Molto spesso la crescita del nevo è fisiologica, soprattutto se si tratta di nevo di Miescher, e parallela allo sviluppo somatico.
Per quanto riguarda la vecchia regola dell'ABCD personalmente la ritengo superata e non piu' idonea ad una diagnosi davvero precoce, ma ne parlero' - tempo permettendo - su di un "mininforma".
Cordialissimi saluti
[#6] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
per il dr. Laino:

le probabilita' sono comunque basse, no?
Lei forse conosce dei casi di melanoma giovanile? Che caratteristiche avevano tali nevi?

per il dr. Catania:

il NEVO ha un diametro di circa 5 mm.


[#7] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
gentili dottori,

ieri sono andato dal dermatologo.
La visita è stata rapidissima e estremamente sbrigativa.

Ho fatto vedere il neo di cui vi ho parlato e di cui abbiamo sopra discusso (del petto) e un altro neo scuro sul dorso che il medico di base aveva considerato da porre sotto controllo specialistico.
non so se il dermatologo abbia usato una lente luminosa o un dermatoscopio manuale (mi sembrava una lente luminosa inspessita con manico grosso).

la DIAGNOSI è arrivata dopo 5 secondi di osservazione con il suddetto strumento: NEVO DI SPITZ (melanoma giovanile benigno)
il nevo sul dorso è stato osservato e considerato tranquillo. Il dermatologo ha cosi' detto di non preoccuparmi.Visto che non ha parlato di escissioni credo che si tratti di un nevo di spitz TIPICO, ma ci tengo a sottolineare che la lesione non è di colore rosa ma marrone-scura(fatto ancora + preoccupante, in quanto è piu' facile la confusione con il melanoma).
gli altri nei non sono stati sottoposti a controllo.

Non sono per niente soddisfatto del trattamento anche perchè ho letto che il nevo di Spitz pone GOSSI DUBBI e spesso si procede all'asportazione, mi sembra inoltre molto strano che per un nevo cosi' DUBBIO,il dermatologo abbia formulato la diagnosi in pochi secondi. Mi domando se la visita si sia svolta con la dovuta serietà e la diagnosi sia affidabile.

cosa pensate di tutto questo? Devo ricontattare il dermatologo? Secondo voi il dermatologo ha fatto uso di un dermatoscopio manuale?

saluti cordiali e grazie della disponibilita'
[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

Fornisco il mio parere secondo la mia esperienza ed in base alle mie regole comportamentali:

- quando diagnostico clinicamente (mediante visita e video-dermatoscopia) un sospetto (il sospetto è sempre d'obbligo, fino allesame istologico) di NEVO DI SPITZ classico (pattern "starbust" ovvero ad esplosione di stella e iperpigmentazione nerastra diffusa a tutto l'ambito della lesione), in un giovane adulto, il mio indirizzo è unico ed è il seguente:

asportazione chirurgica corredata di esame istologico

Pertanto se non si sente sicura della visita effettuata, scelga secondo la sua libertà di tornare dal medesimo specialista per chiarire assieme a lui la diagnosi, poichè eistono a livello dermoscopico pattern di nevo di spitz diversi dai classici : solo il dermatologo mediante la visita diretta può chiarire questi dubbi.

cari saluti


[#9] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
egregio dr. Laino

mi sembra che dal suo ragionamento emerga che non si puo' stabilire CON SICUREZZA se si tratta di nevo di Spitz tipico senza ricorrere all'esame istologico...
...eppure (correggetemi se sbaglio) mi sembra che non sempre si ricorra all'escissione, e che si sia in grado di capire senza esame istologico e con le sole tecniche non invasive (dermatoscopia...) se si tratta di nevo di spitz atipico (da asportare) o di nevo di spitz tipico (che si puo' lasciare)
Potrebbe chiarirmi questi aspetti?
Inoltre volevo sapere se il nevo di spitz è molto diffuso alla mia età (18)

la ringrazio anticipatamente
[#10] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non ha compreso ciò che volevo comunicarle, ma tramite web è difficile a volte:

il sottoscritto asserisce che SOLO la visita diretta, l'occhio del Dermatologo e l'ausilio del DERMATOSCOPIO e/o della VIDEODERMATOSCOPIA, possono chiarire questi aspetti così complessi è solo appannaggio del Medico specialista e inutili per il paziente, che deve avere solo una parola CHIARA sulla propria Salute:

pertanto nessuno meglio del suo Dermatologo può aver compreso di cosa si tratti e quale sia la diagnosi.

Egli la effettuata secondo sua Scienza e Coscienza ed in piena responsabilità.

se i dubbi permangono è solo con Egli che deve risolvere tale problema.

tutto quello che ho asserito circa il caso specifico rimane a valenza meramente orientativa e non riferita al caso specifico che non possono conoscere.

spero di essere stato più chiaro.
carissimi saluti
[#11] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
ringrazio il dr. Laino per i chiarimenti, ora sono piu' tranquillo.

in settimana parlero' con il dermatologo esponendo tutti i miei dubbi e per fare controllare tutti i nevi.

solo 2 informazioni: volevo sapere se il n. di spitz è molto diffuso tra i giovani
(15-20 anni) e se è possibile che nell'ambito di una visita specialistica non siano ispezionati tutti i nei.

ringrazio ancora
cordiali saluti