Utente 113XXX
Buongiorno,
ieri sera ho avuto un rapporto protetto con preservativo rimasto intatto durante il rapporto. Il dubbio sorge quando per estrarre il pene la mia ragazza mi ha spinto via la mano perché sentiva un po' di dolore ed ho dunque perso il contatto con l'anello del preservativo. premetto che durante il rapporto ho sentito qualcosa uscire dal pene come fosse una piccola eiaculazione. Il preservativo era comunque integro quindi quel liquidino deve comunque essere entrato nel preservativo. Al momento di far fuoriuscire il pene dalla vagina per il brusco movimento della mano della mia ragazza ho notato che il preservativo era un po' più abbassato del solito ma copriva il glande ed l'asta del pene non era completamente eretta. Una vera e propria eiaculazione non credo ci sia stata anche se del liquidino ma davvero poco poteva esserci. Voglio dire se ci fosse stata eiaculazione effettiva e cospicua si sarebbe riempito il serbatoio. Il mio dubbio sorge nel momento in cui stavo estraendo il pene perché ho perso il contatto con l'anello ed il pene non era completamente eretto. Il preservativo copriva comunque il glande e anche qualche cm dell'asta del pene. C' è rischio dottore? Qualora ci fosse stata anche una piccola eiaculazione nelle modalità descritte ci sarebbe rischio gravidanza? Il momento critico, sul quale vorrei un chiarimento, riguarda proprio il momento dell'estrazione del pene dalla vagina per il brusco movimento ricordando che comunque glande e qualche cm dell'asta erano coperti comunque. Il fatto che il pene al momento dell'uscita fosse non molto eretto determina rischio? Inoltre se il preservativo copre il glande durante il rapporto ed il preservativo scende un po' lungo l'asta anche con una minimissima eiaculazione non c' è rischio gravidanza? Il problema maggiore che mi agita è il momento dell'estrazione del pene nelle modalità descritte.
Cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dalla descrizione dei fatti non riscontro alcun rischio di gravidanza indesiderata.
In questi casi va valutato anche il periodo ovulatorio della partner (indice di rischio) e quindi valutare l'eventuale assunzione della contraccezione post-coitale ( Norlevo o ELLAONE) , ma quest'ultima opzione mi sembra esagerata.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore. L'inizio delle ultime mestruazioni è stato dieci giorni dal rapporto. Lei nelle modalità descritte starebbe tranquillo anche senza pdgd? Un caro saluto
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
bassa percentuale di rischio
[#4] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Quindi dottore non vede la necessità della pillola? Lei starebbe tranquillo al posto mio senza che la ragazza prenda la pillola? Cordialmente
[#5] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Dottore mi scusi ma non ho ricevuto risposta. Nelle modalità del mio primo consulto posso stare tranquillo???? Non è necessario prendere la pdgd, giusto. Al mio posto cosa farebbe? Una sua risposta potrebbe tranquillizzarmi. Io e la mia ragazza valutando abbiamo deciso di non pensare alla pdgd, lei farebbe altrettanto? Abbiamo preso a suo parere una decisione giusta? Si sentirebbe di rassicurarci? Non abbiamo corso nessun rischio? Perchè nella successiva risposta ha detto che il rischio è basso e nella prima che non c'era rischio e questo mi ha messo un po' in ansia. Possiamo considerare che non c' è nessun rischio? In attesa di risposta.
Cordiali Saluti
[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun rischio , sono d'accordo se decidere di adottare un metodo contraccettivo molto sicuro
[#7] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore. Dunque nessun rischio. Un'ultima cosa: quando dice di essere d'accordo se decidiamo di adottare un metodo contraccettivo molto sicuro, si riferisce a quella anticoncezionale o al diaframma o spirale, oltre chiaramente al preservativo per i rapporti futuri, giusto? In attesa di risposta cordiali saluti ed un abbraccio. Con affetto
[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con la pillola, l'anello vaginale o il cerotto non serve l'utilizzo del preservativo in una coppia "stabile"