Utente 506XXX
Buona sera,
sono un uomo di 54 anni al quale la propria dottoressa ha diagnosticato il diabete, con relativa richiesta di visita specialistica, alla quale mi sono sottoposto. Il medico gurdando gli esami ha richiesto seduta stante l'esenzione del ticket per patologia diabetica. Non mi ha detto quale dieta seguire se non genericamente di ridurre gli zuccheri (che peraltro non assumo in quanto non mi piacciono). Sono alto 190cm peso 105Kg giro vita 120cm lavoro fisico medio alto colazione cappuccino e cornetto salato a pranzo o il primo o il secondo a sera viceversa bevo circa 1/2lt di vino al giorno. Le ultime analisi effettuate sono:
del 12/08/2008 colest. tot. 174 trigliceridi 124 colest. hdl 44 glucosio 137
del 18/11/2008 glucosio 168 HbA 1c glicata 6.9 got 41 gpt 69 gamma-GT 175
gli esami per il fegato li ho fatti su mia richiesta in quanto nel gennaio dell'80 ho avuto una epatite di tipo A.
In base a questo quadro è corretta la diagnosi di diabete? e se si quale dieta debbo seguire? ringraziando antipatamente per una Vostra risposta Vi saluto cordialmente.
Marco.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mauro Lombardo
28% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
secondo le ultime linee guida dell'ADA la diagnosi di diabete mellito di tipo 2 si pone quando in 2 rilevazioni distinte la glicemia a digiuno risulta superio a 126 mg/dl.
Nel suo caso quindi viene fatta diagnosi di diabete.
La prima terapia in questi casi è una modifica dello stile di vita (quindi dieta + attività fisica) e l'utilizzo di farmaci insulinosensibilizzatori come la metformina.
La prescrizione di una dieta è comunque un atto medico pari alla prescrizione di un farmaco e quindi non va fatta online ma da un medico specialista in scienze dell'alimentazione.
Se ci descrive la sua alimentazione quotidiana possiamo suggerirle alcuni cambiamenti da fare.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 506XXX

Iscritto dal 2007
Buon giorno Dott Lombardo.
Innanzi tutto desidero ringraziarla per la sua solerte risposta, in merito alla mia alimentazione quotidiana posso risponderle che essendo un tecnico di assistenza presso i clienti della mia ditta, sono tutti i giorni fuori a pranzo, spesso mangio un panino ( prosciutto e formaggio + birra piccola), qualche volta pranzo in trattoria dove mangio un piatto di pasta con sugo o ragu, o un secondo generalmente carne di manzo o maiale al forno o alla griglia insalata verde o pomodori 1/2 acqua 1/4 vino e caffe senza zucchero, alla sera per cena se sono solo mangio un po di pane e formaggio (mozzarella, stracchino, o pecorino stagionato) oppure prosciutto crudo, bevo acqua e circa mezza bottiglia di vino rosso, ma questa durante il resto della serata. Se sono in compagnia(quando c'è mio figlio o la mia compagna) allora cucino piatti tipo risotti spaghetti allo scoglio paste varie minestroni di verdura e legumi poi pesci in diversi modi di preparazione soprattutto pesce azzurro ma anche rostbeef vitello tonnato arrosti carne alla brace etc. insomma cucinare mi diverte e sono pure bravino, l'unica cosa che non mangio molto sono i frutti. I dolci non mi fanno impazzire sinceramente se fosse per il mio consumo di dolci i pasticceri sarebbero estinti da molto tempo.
In attesa di una sua gradita risposta le augoro una buona giornata anzi un buon weekend.

Cordialmente Marco.
[#3] dopo  
Dr. Mauro Lombardo
28% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Deve prima di tutto iniziare la giornata con una bella colazione (latte + carboidrati + spremuta arancia), poi fare degli spuntini tra un pasto e l'altro (ad esempio un frutto o un pacchetto di crackers) e ridurre il consumo di grassi sia visibili (tipo il formaggio nel panino) che i condimenti (misurate sempre l'olio, ridurre i sughi molto conditi) attenzione anche all'alcol (max 1 bicchiere di vino al giorno).
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 506XXX

Iscritto dal 2007
Buona sera,

Grazie per le indicazioni che mi ha dato, comincerò senzaltro seguendole, poi fra un po di tempo ripeterò le analisi cliniche e vedrò il da farsi.

Comunque la ringrazio molto per la sua cortese risposta.

Marco.