Utente 435XXX
Salve, spero che un'anima buona possa darmi un consiglio, poiché vivo all'estero e mi è difficile contattare il mio ginecologo. In genere chiedo a mia madre di fare da tramite, ma per certe cose è difficile.
Dunque assumo pillola anticoncezionale da poco più di un anno a scopo terapeutico per ovaio micropolicistico. Ho usato la YAZ fino a maggio, poi il mio ginecologo me l'ha fatta cambiare prescrivendomi Loette, cominciando con 3 blister SENZA classica interruzione per poi proseguire con l'assunzione seguita da "pausa". Arrivata alla terza confezione consecutiva, tra il settimo e il nono giorno dimentico di prendere la pillola in orario e la assumo circa 10/12 ore dopo, prendendo poi la seguente dopo altre 12 ore, rientrando nel normale ciclo. All'undicesimo giorno di questo blister ho avuto un rapporto col mio ragazzo in cui, sfortunatamente, si è rotto il condom (non so proprio come sia accaduto). Dunque, pare sia rimasto tutto dentro. Non mi è mai successo e sono preoccupata. Oltretutto oggi, tredicesimo giorno, ho un accenno di febbre e nausea. Sono alte le probabilità di andare in contro ad una gravidanza? È opportuno assumere un contraccettivo di emergenza (seppur 3 giorni dopo)? Occorre fare un test di gravidanza? Se si, dopo quanti giorni dal rapporto? Mi sento sfortunata, cerco di essere sempre attenta e sono davvero preoccupata.
Ringraziando anticipatamente chi risponderà, auguro una buona giornata a tutti.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
dalla cronistoria delle assunzioni e dimenticanze non riscontro nessun rischio di gravidanza INDESIDERATA, dovuta alla rottura del preservativo.
Non ritengo opportuno consigliarle il ricorso alla contraccezione post-coitale o d'emergenza (NORLEVO, ELLAONE) . Se vuole rassicurarsi può anche eseguire un test di gravidanza pur continuando ad assumere la sua pillola.