Utente 459XXX
Salve, ringrazio in anticipo per l'eventuale risposta. Parto dal fatto che in 18 anni non ho mai avuto nessun problema di salute e il medico era per me una figura quasi "sconosciuta". A fine marzo sono andata in gita con la scuola; il giorno prima della partenza tutto era a posto e non vi era nessuna avvisaglia. Ma dal giorno della partenza ho iniziato ad avvertire nausea continua (accentuata dalla forte emetofobia che ho), debolezza e stordimento, soprattutto in prossimità dei pasti, che curavo con Geffer. Dopo essere tornata, i sintomi non sono cessati, perciò ho deciso di eseguire attorno a giugno un emocromo completo (tutto risultava a posto, tranne un'anemia sideropenica) e una gastroscopia (la diagnosi è stata ernia iatale con bile nello stomaco, la quale era probabilmente causata dall'assunzione della pillola). Da luglio ho terminato il blister della pillola, ma i sintomi non diminuiscono: ogni giorno ho nausea perenne, sensazione di stordimento, sono diventata praticamente un "vegetale", provo forte inappetenza mentre prima mangiavo in continuazione, sono sempre stanca e debole, pressione bassa (ma sempre stata così) fino a 75/55. Praticamente questa cosa mi ha stravolto la vita e non riesco più a vivere nemmeno un minuto senza avere costantemente l'ansia per il fatto di stare male. Quale potrebbe essere la causa?
[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ha escluso eventuali intolleranze (celiachia) ? Può influire il fattore ansiogeno ?


Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorni e grazie per la risposta.
Il fattore ansiogeno è probabile che influisca, ma ormai questa situazione va avanti da marzo e ho più o meno imparato a gestirla. Non ho ancora provato ad eseguire test per le intolleranze, mi consiglia di provare?
In più, è da qualche giorno che la situazione va criticizzando verso sera, quando oltre alla nausea subentrano anche una senzasione "pre febbrile" e soprattutto un forte mal di testa.

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Direi, quindi, di approfondire sul problema alimentare.
[#4] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Buonasera, grazie per il consiglio dottore, provvederò ad eseguire un test per la celiachia e per altre intolleranze!
Spero di poterle comunicare dei risultati positivi.
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Tenga conto che anche se non celiaco ci può essere la possibilità di essere ugualmente intollerante al glutine:


http://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1040-celiachia-gluten-sensitivity-ipersensibilita-glutine.html

Cordialmente
Felice Cosentino