Utente 364XXX
Salve,
Volevo chiedere una informazione: ho avuto un rapporto protetto con preservativo il circa un mese fa.. appena tornato mi sono comparse delle macchie sul glande... di colore rosso... il mio medico di base (dermatologo) mi ha detto che non sono macchie veneree e se volessi stare tranquillo di fare i test per le malattie infettive... il 28 settembre mi sono recato presso una clinica privata e ho effettuato i test per hiv + vdrl-tpha + chlamydia... risultano tutti negativi... mi hanno sia fatto un prelievo de sangue e urine... pertanto mi sorge un dubbio... non potrebbe essere gonorrea????... fino ad oggi non mi sono accorto di avere perdite o altro... ma solo di avere l'orefizio del pene leggermente più sensibile... posso star tranquillo per quanto riguarda le malattie veneree?? Con il test sulla chlamydia si dovrebbe vedere anche se c'è gonorrea... dovrei recarmi a fare un test specifico???

Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
lei mi chiede un parere sulla Gonorrea e io le rispondo.
La uretrite da Neisseria Gonorrhoeae ha un tempo di incubazione molto breve (tra 2 e 5 gg) e determina un quadro clinico che permette al clinico di formulare la diagnosi che viene poi confermata dal tampone.
La Gonorrea si chiama così in virtù di una abbondande secrezione densa, bianco giallastra o francamente purulenta, che incrosta il meato uretrale specie al mattino, sicchè gli antichi credevano che fosse uno "scolo di seme alterato".
La diagnosi è facilissima con tampone uretrale strisciato a fresco su vetrino, colorato in Gram e osservato con l'obbiettivo ad immersione, che mostra i classici diplococchi gram negativi.
Risente della terapia antibiotica rapidamente: alla spectinomicina è stato sostituito il Ceftriaxone in unica somministrazione IM.
Il test della Chlamydia, che invece determina una uretrite con secrezione scarsa e trasparente, ricerca il DNA di questo patogeno intracellulare con la metodica PCR Real Time e dunque non è utile per la diagnosi di Gonorrea.
Ad ogni modo se vuole la certezza microbiologica di non albergare il Gonococco si faccia prescrivere un tampone uretrale sia per germi comuni che per RICERCA DEL GONOCOCCO, che deve essere specificata sennò non gliela fanno.
Cari saluti,
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Quindi con un test delle urine ricercando questo battere si può escludere??? Perché il laboratorio privato fa il test con le urine...
Già fatto chlamydia, hiv e tpha e vdrl...

Grazie mille...
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
nella replica # 1 mi pare di essere stato molto chiaro.
La invito cortesemente a rileggerla.
Tra l'altro è testualmente scritto:
"La diagnosi (della Gonorrea n.d.r.) è facilissima con tampone uretrale strisciato a fresco su vetrino, colorato in Gram e osservato con l'obbiettivo ad immersione, che mostra i classici diplococchi gram negativi."
Con l'esame delle urine non si fa diagnosi di gonorrea acuta o subclinica. Solo con il TAMPONE URETRALE.
Un cordiale saluto.
Caldarola.