Utente 381XXX
Buongiorno vorrei se possibile sottoporvi il mio problema, a maggio ho devitalizzato un dente dopo varie pulizie canalari mi è stato chiuso definitivamente, dopo circa 15 giorni è tornato a farmi male così sono tornata dal dentista che mi ha riaperto il dente ed eseguito altra pulizia canalare, nel frattempo nella gengiva sotto il dente incriminato si è formata una specie di gonfiore non visibile ma riscontrabile al tatto, inizialmente ho dato la colpa all'anestesia infatti in seguito alla puntura mi si era infiammata la gengiva e mi erano venute due afte in corrispondenza dei buchi dell'ago, afte durate almeno un mese, ma anche una volta passate le afte il gonfiore è rimasto fino a che non mi si è gonfiata la guancia stile criceto così il dentista mi ha consigliato 6 giorni di antibiotici e una panoramica dalla quale è emerso che in corrispondenza del gonfiore gengivale c'erano ben 6 mm di materiale di otturazione che il dentista mi ha detto che poteva essere accidentalmente caduto durante cure canalari, io ho chiesto il da farsi perché purtroppo il gonfiore alla gengiva nonostante si sia un po' ridotto non passa lui mi ha detto che il materiale doveva sciogliersi da solo ma nonostante altro ciclo di antibiotici per un altro dente dolente che nel frattempo si è svegliato il gonfiore al tatto rimane così ho deciso di consultare un altro dottore che mi ha fatto un quadro catastrofico, mi ha detto che ho un'infezione latente una specie di bomba a orologeria pronta ad esplodere da un momento all'altro, che potrebbe farmi gonfiare la guancia oppure bucarmi l'osso del dente o addirittura causarmi seticemia lui ha consigliato di incidere la gengiva e pulire tutto. mi ha un po' spaventato e non capisco se esagera lui o era troppo blando il medico precedente che addirittura mi diceva che con il tempo si sarebbe sciolto da solo.vi chiedo gentilmente un consiglio su cosa sarebbe meglio fare, se è veramente così urgente incidere la gengiva ed eliminare il materiale cosa che non mi alletta per niente o se posso aspettare senza avere conseguenze disastrose anche perché purtroppo ho dovuto nel frattempo devitalizzare un altro dente e vorrei prendermi un attimo di tregua; a proposito dell'ultimo dente devitalizzato ieri il medico mi ha tolto il nervo e chiuso il dente provvisoriamente in quanto devo tornarci la prossima settimana per pulire i canali, volevo chiedere se è normale che il dente ieri sera non mi faceva male minimamente anche una volta passato l'effetto dell'anestesia mentre oggi nonostante sia senza nervo mi dia un pò di fastidio alla pressione .grazie in anticipo per le vostre risposte. buona serata.
[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, cosa sia successo e che condizioni ci siano ora nella sua bocca a distanza non lo possiamo sapere e non possiamo nemmeno ipotizzare il congruo tipo di cura. In questi casi la miglior soluzione si ottiene mettendo in comunicazione tra di loro i due professionisti, in modo da ottenere un unica versione in accordo. Le ripetute medicazioni provvisorie che rimandano i trattamenti endodontici, con i metodi d'oggi, dove siamo anche avvantaggiati dalla diga diventano sempre più desueti, ma ogni odontoiatra è libero di curare come vuole, l'importante sono i risultati.