Utente 949XXX
Gentilissimi Dottori,
Avrei bisogno di un chiarimento su questo tema perché ho sentito pareri contrastanti e mi scuso per la banalità della domanda rispetto a temi più importanti che sono qui trattati.
Sono al quarto mese di gravidanza.
Una mia compagna di stanza in ufficio purtroppo ha scoperto mesi fa un tumore, credo a utero e ovaio, ha dovuto subire un intervento e ora sta seguendo un ciclo di terapie. Essendo una persona molto riservata non ci ha detto di cosa si tratta ma solo che effettua un ciclo ogni tre settimane e che sta seguendo una terapia sperimentale in un noto centro medico. Alcuni giorni in cui per fortuna si sente meglio viene a lavoro, anche a poca distanza dalla terapia.
Ora la mia domanda è se ci possano essere dei problemi per il feto stando alcune ore a contatto con lei. Ricordo che quando mia zia fu in cura anni fa le proibirono di vedere il nipotino appena nato fino alla fine del trattamento. Erano precauzioni eccessive?
Sono un po' preoccupata per il mio bambino ma non vorrei far sentire in difficoltà la collega se non necessario visto il momento difficile che sta vivendo.
Grazie infinite
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia tranquilla : ci sono pazienti con un tumore in gravidanza che fanno tutte le terape, chemioterapia compresa e i loro piccoli non corrono alcun rischio. Figuriamoci se corrono rischi le persone che stanno...vicino.

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 949XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio moltissimo.
Purtroppo in gravidanza ci si preoccupa per tutto!
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla