Utente 811XXX
gent.mo dottore,

mia moglie, 33 anni, ha appena avuto il 5 aborto alla 5 settimana. Abbiamo già effettuato numerosi esami per lo screening della poliabortività tutti con esito negativo. Poichè 2 anni fa abbiamo avuto un figlio con una grave malattia genetica poi deceduto, il medico che ci ha in cura ha prelavato il nostro dna per controllare se fossimo portatori del gene che causa tale malattia, trovando me portatore in eterozigosi mentre mia moglie del tutto normale. ci assicurarono che non ci sarebbe stato rischio aumentato.
visti i numerosi aborti seguiti poi alla gravidanza, mi sto chiedendo se in realta' non ci sia qualcosa nel nostro corredo genetico che fa in modo che il prodotto del concepimento venga abortito...avendo gia fatto tutti gli esami ( autoimmunita', genetica della coagulazione, diabete, celiachia) il ginecologo ci ha suggerito di tentare con una isteroscopia, anche se lui esclude a priori che l'utero abbia qualcosa, visto che comunque una gravidanza è arrivata a termine. Non è che potrebbe essere stato il taglio cesareo a causare tutti gli aborti? secondo lei cosa dovremmo fare
siamo alla disperazione
[#1] dopo  
Dr.ssa Antonella Simonato
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Dovrebbe specificare gli esami effetuati a sua moglie a livello diagnostico....i dosaggi ormonali prima del concepimento e all' inizio della gravidanza come sono risultati?
[#2] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
i dosaggi ormonali sono tutti ok, li hanno visti diversi medici e rientrano nella norma, tranne che per il progesterone che è leggermente basso nella fase luteinica, anche se il medico che ci segue ritiene che questo non sia di grande importanza ( in ogni caso mia moglie appena scoperte le gravidanze ha iniziato una cura con progeffikk 200).
circa un anno fa ad un'ecografia di controllo fu rilevato un fibroma sottosieroso di 8mm, ma anche questa cosa fu ritenuta irrilevante dai medici che ci hanno visti.
Dal cesareo pero' mia moglie soffre di dolori molto forti, sia durante il mestruo che durante i giorni dell'ovulazione, mentre prima del cesareo non li aveva mai avvertiti.
gli esami sono stati :
fattore II e V di leiden, omocisteina, proteina c reattiva, ana ena, lac, ama,asma,abs,anticardiolipina, proteina s libera, mthfr, resistenza alla proteina c attivata, insulinemia , curva da carico di glucosio, antitransglutaminasi IgA, anti endomisio Abs.
Tutti normali.
lai soffre anche di vaginiti ricorrendi da candida albicans, ma ci hanno detto che non è un fattore di rischio per l'aborto.
Cosa dovremmo fare?
grazie di nuovo