Utente 169XXX
Salve, ho 24 anni a da 3 anni faccio una serie di esami poichè mi hanno diagnosticato una "malattia reumatica"!! Tutto però è iniziato quando nel 2000 ho scoperto di avere il Fenomeno di Reynaud. Il punto che ho avuto la febbre(37,37,3) per un anno, dolori articolari e muscolari, concentrati soprattutto sulla spalla, schiena,e le gambe fino ai piedi (sento sempre un forte bruciore ai piedi), a causa dei dolori molto forti alla schiena, la notte non riesco più a dormire, tanto che mi devo alzare per il dolore, fare movimento così magari posso riprendere sonno. La mattina ho difficoltà ad alzarmi dal letto per la rigidità, sto soffrendo di una specie di stanchezza cronica che ultimamente mi sta condizionando la vita, soffro molto di secchezza oculare, ho sempre gli occhi rossi,ora uso lacrime artificiali, l'oculista mi ha detto che si tratta di congiuntivite allergica, ma il punto è che il rossore si alterna da un occhio all'altro e questo disturbo si manifesta tutto l'anno. Ho molto spesso capogiri e diarrea. Sono andata da molti specialisti e le diagnosi sono state diverse: fibromialgia, spondiloartrite sieronegativa, inizio di artrite reumatoide. Poco tempo fa ho fatto gli esami e sono risultati tutti negativi tranne i seguenti:
PROTEINA C REATTIVA:1,6;FATTORE REUMATOIDE:38;VES:20;ANA:1,40 speckled; ()risonanza, scintigrafia e lastre tutte negative), inoltre ho una persistente leucopenia ed anemia. Finalmente si è pronunciato anche il mio medico curante che a seguito della positività agli ANA mi ha parlato di una forma di connettivite, ma cosa significa? che tipo di connettivite si tratterebbe? secondo Lei è possibile? posso tranquillamente andare al mare?
ora prendo miorilassanti per dormire ( che poi non ho risolto niente!), salazopyrin per 3 mesi e poi devo ripetere gli esami.


Ringrazio anticipatamente chi volesse rispondermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Cara amica, queste sindromi polimorfe scatenano la fantasia diagnostica dei vari specialisti, ma nessuno di loro cerca il quadro d'insieme... Alla base del Suo squilibrio immunitario quasi certamente stanno una o più infezioni virali, anche pregresse: monolnucleosi, citomegalovirus, toxoplasmosi, ecc.
Gli ANA positivi sono insufficienti, casomai occorrerebbero gli ENA.
Si sottoponga a questo screening diagnostico e ne riparleremo con maggiore cognizione di causa:
* Ab. anti-EBV
* Ab. anti-CMV
* Ab. anti-ADV
* ENA + ANCA
* ELETTROFORESI SIEROPROTEICA
* TIPIZZAZIONE LINFOCITARIA
A presto.
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno Dottore, grazie per la risposta.
Ho fatto svariati esami e so solo che ho passato il citomegalovirus, probabilmente anche la toxoplasmosi visto che in casa ho sempre avuto gatti.
A settembre ripeto gli esami, fra i quali questi che mi ha consigliato Lei.
La ringrazio ancora, buona giornata
[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Molto bene, esegua i test appena possibile e in caso di positività risolveremo il problema omeopaticamente. A presto.
[#4] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2006
In effetti, dopo aver provato vari antinfiammatori che mi stavano solo danneggiando lo stomaco, mi sono recata da un medico specializzato in omeopatia,e dopo aver sostenuto che si trattava di un inizio di artrite reumatoide, provocata da un intossicazione alimentare (pesce, uova, pollo) e da vari virus che non sono riuscita a debellare, ha iniziato a curarmi con medicine omeopatiche, e devo dire che quel periodo stavo bene, solo che per motivi economici ( al momento sono disoccupata ) ho dovuto interromperla.
Per 2 mesi ho preso: cytomegalovirus, coxsackie a2, tubercolinum kock, pyrogenium, bacillinum, gardnerella vag., semi di pompelmo, rymanil e rumalaya.
Potrebbe essere la cura giusta?

Grazie infinite, a presto
[#5] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Il Collega ha optato per un trattamento con i c.d. "nosodi", nel tentativo di elidere i fattori causali (patogeni) attraverso un approccio assai classico.
Personalmente adotto un approccio immunologico e pertanto Le suggerirei:
* 2L XFS LABOLIFE - sciolga in bocca il contenuto di 1 capsula al dì, lontano dai pasti e in oride progressivo... Le capsule sono infatti numerate. A presto.