Utente 115XXX
Buon pomeriggio a tutti, scrivo per comunicare lo stato di mia suocera età 69 anni alla data odierna ed il tipo di chemioterapia che i Dottori hanno intenzione di inziare il prossimo 11 giugno 2009:
Gennaio 2006: mastectomia radicale sec Madden+linfoanectomia ascellare omolaterale. EI carcinoma mucinoso p T2pn2A (9/19) MO, ER 90%, Ki 67: 25%, cErbB2 negativo. A seguire terapia antineoplastica sistemica adiuvante con FEC+RT complementare su cicatrice, catena mammaria interna e sovraclaveare dx.
Luglio 06 Marzo 09: OT adiuvante con Anastrozolo. Successivi follow-up clinico strumentali nella norma.
Marzo 09: TC tb: millimetriche opacità polmonari già presenti nel precedente d invariate; linfonodi centimetrici nel mediastino anteriore, finestra aorto-polmonare, cisti epatiche immodificate.
Aprile 09: aumento dei MT: CEA e CA 15.3 (1820 e 200). Inizia Fulvestrant im. Nello stesso mese RMN rachide lombare: lesioni ripetitive da L1 a L4. Consulenza RT: indicazione a RT sintomatica.
Quindi segue ricovero: condizioni generali discrete, il PS (ECOG) era 1. Dolore alla percussione delle opofisi spinose del tratto lombare basso. Emocromo nella norma; gli esami emotochimici documentavano aumento della FA (216 mg/dl). CEA: 1000; Ca 15.3: 268; ECG BBSX
Ecocardiogramma: FEV 50%
Rx OPT: Edentulia quasi totale. Condizione di osteopenia.
TC tb+MPR: CRANIO: negativo; TORACE: Disseminazione micro nodulare polmonare bilaterale. La formazione di maggiori dimensioni (12mm) si localizza in sede parailare destra. ADDOME: 3 lesioni ipodense a carico del fegato la maggiore di 11 mm. MPR: a carico della metà destra del corpo di L3 presenza di circoscritta zona osteaddensante.
Consulenza RT: indicazione a trattamento RT palliativo/sintomatico sul tratto lombare dal 18 al 22 maggio è stata effettuata radioterapia con campo L1-L5: dose tot. 20 Gy. Il 25 maggio effettuata 1° somministrazione di Acido Zoledronico 4 mg/q 28 giorni ed è stato impiantato CVC tipo Groshong in succlavia sx. Rx torace di controllo post CVC: non segni di pneumotorace.
Nel corso degenza dolore lombare sotto controllo con fentanyl tts unitamente ad amitriptilina per os come adiuvante. In data 8/6/09 paziente eseguirà TC-PET. In data 11/6/09 esecuzione 1° ciclo di chemioterapia.
Potreste gentilmente dirmi a cosa stiamo andando incontro e quale tipo di chemio potrà effettuare mia suocera in considerazione del fatto che ci sono state proposte due tipi? Nel ringraziarmi anticpatamente porgo cordiali saluti e buon lavoro a voi tutti che lottate contro questo male maledetto.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

si tratta di una situazione di diffusione multipla di una neoplasia della mammella. Molte sono le opzioni terapeutiche per tale patologia. Non essendo stati impiegati in precedenza i taxani (taxolo e taxotere) direi che la chemioterapia prescelta dovrà includerli. Questo in considerazione della buona efficacia e tollerabilità. Si potrebbe optare per Myocet e taxolo o Myocet e taxotere. In alternativa Xeloda + Vinorelbina o carboplatino e gemcitabina. Ripeto, le soluzioni sono molte e possono essere senza dubbio sequenziali a fallimento della linea che verrà proposta. L'acido zoledronico è da abbinare come ottima opzione specifica per la malattia ossea.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo Dr. Pastore la ringrazio per la tempestiva risposta. Mi permetto di segnalarle i due tipi di chemio che ci hanno prospettato: MYOCET+ENDOXAN o MYOCET+VINORELBINO (GOIM 2604)(quest'ultima è stata particolarmente indicata dal nostro Oncologo) con i seguenti trattamenti 1-8-21 e poi esecuzione (tc) 29-42-50 e quindi nuova (tc)
Se potesse esprimere un suo giudizio le sarei partciolarmente grato. Nel frattempo è mia personale internazione portare la Sig.ra ad un consulto esterno alla nostra città/Regione.
In questo momento come lei sicuramente sa siamo molto confusi e nessuno osa prendere quella che secondo il nostro modesto parere da non competenti in materia può essere la decisione + o - giusta per il paziente.
La saluto e grazie ancora per la sua disponibilità.


[#3] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Buongionrno. Nell'attesa di una risposta del Dr. Pastore sono ancora qui a chiedervi nuovamente un supporto.
Caro Dr. Pastore nell'ipotesi mia suocera dovesse iniziare una dei due tipi di chemio indicateci potrebbe cmq associare l'ipetermia? Come fare nel caso a contattare i centri dove si applica questa tecnica? E' convenzionata con il S.S.N.?
Leggendo il suo curriculum potremmo effettuare un consulto medico anche con Lei?
Grazie infinite?
Francesco
[#4] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Caro Francesco,

Myocet e vinorelbina può essere una buona scelta. Entrambi i farmaci sono efficaci in questo tipo di neoplasia. Per quanto riguarda l'ipertermia si può far riferimento all'Assie (www.assie.it). Puoi chiamare a mio nome e chiedere del Sig. Rolando. Loro hanno la mappa di tutti i Centri che in Italia effettuano ipertermia. Se poi volete venire a Roma.. i miei recapiti si trovano o sulla mia scheda del sito medicitalia oppure sul mio sito www.ipertermiaroma.it

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#5] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Nel ringraziarla ancora per la sua gentile e fattiva collaborazione le auguro buon lavoro e felice giornata.
La disturberò ancora per aggiornarla sul quadro clinico di mia suocera. Grazie ancora.
Francesco
[#6] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Di nulla, figurati.

Resto a disposizione, una buona giornata ed un buon fine settimana a te

Cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#7] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottor Pastore sono nuovamente a disturbarla per trascriverle il referto della TC-PET effettuata il 08/06/2009:
REFERTO: l'esame mostra multiple aree ad elevato metabolismo glicidico (intenso e patologico accumulo di 18FDG) a livello proiettivo dello scheletro, in particolare: cranio in più punti (pasrietale bilaterale temporale desro) rachide (multipli metameri cervicali, dorsali e lombari) coste di entrambi gli emitoraci, sterno, bacino in più punti, tratto prossimale di omeri e femori bilateralmente.
Ulteriore area ad elevato metabolsimso glicidico (intenso e patologico accumulo di 18 FDG) è presente in sede ilare del polmone destro (linfonodi).
Dubbia area di patologico accumulo di 18FDG è presente a carico del IV° segmento epatico. Non evidenziate altre aree di intenso accumulo del radiofarmaco nei restanti distretti corporei nei limiti di risoluzione della metodica.

CONCLUSIONI: Localizzazioni secondarie multiple di malattia a carico dello scheletro; localizzazione secondaria di malattia a carico di linfonodi dell'ilo polmonare destro e dubbia localizzazione secondaria a carico del IV° segmento epatico.

Mi scuo ancora per averla disturbata. La ringrazio nuovamente e buon lavoro.
[#8] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Caro Francesco,

nessun disturbo. La PET documenta la presenza di malattia a livello di scheletro, linfonodi e vi è anche un sospetto nel fegato.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it