Utente 360XXX
Buongiorno,
a seguito di una COLANGIO – RMN dell’addome superiore fatta per problemi intestinali, é emerso quanto segue:
Pancreas morfovolumetricamente nei limiti per l’età, con profili ghiandolari conservati, indenne da lesioni solide espansive.
Sul profilo posteriore, al passaggio corpo-coda, si conferma il rilievo TC di minuta (8 mm.) formazione ad intensità di segnale simil-liquida in tutte le pesature priva di potenziamento contrasto grafico dopo m.d.c. , di aspetto cistico, senza evidenti comunicazioni con il dotto di Wirsung , che non presenta ectasie segmentarie.
Il rilievo rimane riferibile in prima ipotesi a piccolo cistoadenoma o IPMT di un dotto laterale, prudenzialmente meritevole di controllo strumentale a distanza di tempo, mediante R.M. con m.d.c. ( 8/12 mesi).
Steatosi epatica; presenza di formazioni cistiche biliari semplici ad entrambi i lobi con dimensioni comprese tra pochi millimetri e circa 2 cm. al secondo segmento.
Non dilatazione delle vie biliari intra ed extra epatiche. Non rilievi patologici a carico di milza, surreni ed entrambi i reni, questi ultimi interessati da piccole formazioni cistiche parapieliche.
Aorta addominale, vena cava inferiore ed asse spleno-mesenterico portale nei limiti per calibro e canalizzazione. Non pacchetti adenopatici retroperitoneali ne’ liquido libero in periepatica e perisplenica.

Ero già al corrente della cisti al fegato che lo scorso anno aveva le stesse dimensioni ma, purtroppo, ora é emersa anche quella al pancreas e ciò mi preoccupa. Devo ripetere il controllo tra un anno come consigliato o é meglio fare dell'altro?

Grazie mille per l'aiuto, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
non è mai facile decidere per un trattamento quando non si hanno a disposizione tutti gli elementi possibili e soprattutto quando il trattamento chirurgico risulterebbe demolitivo e rischioso. Per tale motivo negli ultimi anni nei casi dubbi si è ricorsi sempre più spesso oltre che ad esami accurati come la colangio RMN, Tc addome, ECOendoscopia, CPRE, a addirittura in alcuni casi anche alla PET-TC, con 18FDG.
Tali esami tuttavia necessitano di indicazioni e valutazioni ben precise, inmpossibili da stabilire a tavolino, ma da valutare caso per caso in funzione dei parametri clinici (condizioni generali, esami ematici) e della esperienza del centro di riferimento.
Le consiglio quindi di riparlarne con il suo medico curante al fine di adottare la scelta più adatta al suo caso.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dr. Nardacchione,
mi sono dimenticato di riferire i risultati degli esami ematici:

AMILASI 41 (28/100)
BILIRUBINA TOTALE 0,93 (0,2/1,2)
BILIRUBINA DIRETTA 0,23 (0,0/0,3)
GLUCOSIO 118 (70/100)
COLESTEROLO HDL 65 (+35)
COLESTEROLO LDL 133 (-130)
CA 19-9 17 (-34)
CEA 1,4 (-5.0)
LIPASI 59 (-60)
HUMAN CROMOGRANINA A 79,9 (20/150)
VES 4 (1/10)

I valori dell'emocromo sono tutti nella norma.
Mi hanno consigliato di prenotare una visita persso l'Ospedale San Raffaele di Milano, in quanto specializzati: nel frattempo posso farmi prescrivere un ulteriore esame dal mio medico curante in modo da avere un quadro più completo in previsione della visita?

Grazie ancora per l'attenzione, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
credo che la cosa più giusta ed opportuna sia quella di affidarsi ad un centro di alta specializzazione, come quello da lei citato, dove le verranno prescritti tutti gli accertamenti più opportuni.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dr. Nardacchione, cordiali saluti.