Utente 998XXX
Gentile dottore, ho 35 anni e da sei anni non sto proprio bene ma nessuno mi sa fare una diagnosi. Accuso forte stanchezza, ansia, tachicardia e delle volte in fase mestruale tachiaritmie, ipotensione in ortostatismo (non posso più stare all'in piedi ad aspettare u bus!), dolori pelvici per tutta la fase premestruale specie a dx, dismenorrea invalidante, forte ritenzione idrica, ciclo regolare ma scarso, riduzione della massa muscolare, aumento di peso (158 cm x 59Kg). Ho fatto tante analisi che risultano nella norma tranne l'ACTH che spesso risulta non dosabile con un cortisolo plasmatico e libero nella norma. Da cosa può dipedere la deficienza di ACTH? Ho fatto RMN pelvi e ipofisi ella norma. Cosa fare altro? non riesco più a svolgere le normali attività e non riesco nemmeno a lavorare. Aspetto con ansia una vostra risposta.
Grazie

Valutazione ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Un acth indosabile con cortisolo e clu nella norma non l'ho mai sentito, se non quando la provetta per acth non viene messa subito in frigo; deve sapere che l'acth è molto volatile, nel senso che si decompone facilmente a temperatura ambiente e poi non se ne trova traccia. E' l'unica spiegazione che mi viene in mente.
Dr.ssa Paola Mossa

[#2] dopo  
Utente 998XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dott. Mossa, la ringrazio molto per la sua attenzione al mio quesito. In quanto biologa, pure io la prima cosa che ho pensato è stata una cattiva conservazione del campione, anche se appena prelevato il sangue la provetta è stata posta in un bicchiere di plastica con qualche cubetto di ghiaccio, però quel giorno c'erano 35°C. quanto è durato il ghiaccio? quando il campione è stato separato e conservato a -20°C? A questa mia domanda mi è stato risposto che solo il mio campione risultava non dosabile.A questo punto che fare? non è la prima volta che mi danno un risultato del genere!
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Un ACTH indosabile con cortisolo e clu nella norma mi pare un pò inspiegabile. Direi però che vale la pena di dosare le altre tropine ipofisarie (TSH, LH, FSH , GH) e anche la PRL.
Dr.ssa Paola Mossa

[#4] dopo  
Utente 998XXX

Iscritto dal 2009
Dottore Mossa ancora grazie. Ho fatto i dosaggi ormonali anche seriati diverse volte e risultano nella norma compreso il TSH. Solo la PRL delle volte risulta aumentata (39 (4-30). Il Gh veramente non l'ho mai fatto. Ho fatto due volte la RMN ipofisi in una risultava una lieve bombatura dell'adenoipofisi (non è stato somministrato mdc per diatesi allegica), l'altra è stata refertata nella norma. Domani ripeterò il dosaggio dell'ACTH in un altro laboratorio (il primo è stato fatto da una struttura ospedaliera!), sperando che facciano questo esame. Ho telefonato a diversi laboratori ma non lo fanno.
Oggi ho rivisto le analisi degli anni passati (dal 2004) e spesso l'ACTH risultava indosabile con cortisolo plasmatico e urinario nella norma!
Poichè sono molto confusa, un'indagine strumentale più sicura e chiarificatrice circa il mio quadro clinico quale potrebbe essere?
Grazie
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Un adenoma ipofisario non si accompagna certamente ad un acth indosabile ma al suo contrario cioè un acth alto. La prolattina lievemente al di sopra ci sta con l'effetto stress da puntura d'ago. Un ecografia ai surreni sarebbe utile nel sospetto di un adenoma surrenalico(in questo caso servirebbe anche un ritmo acth, cortisolo con 3 prelievi alle ore 08.00, 16.00, 24.00 per ambedue gli ormoni), ma il cortisolo libero urinario è in assoluto allo stato attuale l'esame più affidabile per scoprire una iperfunzione dl surrene (a parte il cortisolo salivare che non fanno quasi da nessuna parte)
Dr.ssa Paola Mossa

[#6] dopo  
Utente 998XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottor Mossa, oggi ho ritirato il referto degli esami eseguiti presso un laboratorio di una struttura privata e purtroppo le vicissitudini continuano; infatti in ospedale per diverse volte il dosaggio dell'ACTH è risultato non dosabile, adesso invece mi risulta 56.1 ( 8-57) con cortisolo plasmatico ore 8 15.4 (4-38.4) e il cortisolo urinario 84 (32-243). L'ACTH non è piuttosto alto? lei mi consigliava di eseguire la curva del cortisolo che io ho fatto all'inizio della mia storia (sei anni fa), risultava aumentato solo due ore dopo i pasti, mentre per quanto riguarda l'ecografia surrenalica ho tentato di farla ma quello dx si vede discretamente e sembra non mostrare alterazioni nè masse, quello sx non si riesce proprio a vedere, nonostante non sia grassa. Le chiedo che fare a questo punto?sono molto confusa e stanca di fare analisi ed esami senza arrivare ad una diagnosi ma soprattutto di stare male!intanto il ciclo che prima era abbastanza regolare anche se dismenorroico ma ovulatorio da un paio di mesi è di 23-24 giorni, scarso , doloroso e senza ovulazione.
La ringrazio per l'attenzione e porgo cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Gli esami da lei segnati indicano una normalità del quadro di funzione ipofisi-surrene, l'acth non è alto, inoltre il cortisolo libero urinaro è perfetto. Direi che dovrebbe interrompere questa cronica valutazione del surrene! Il ritmo del cortisolo non segue i pasti ma il ritmo circadiano, quindi i prelievi sono da effettuarsi alle h 08.00, h 16.00, h 24.00 insieme al dosaggio dell'acth negli stessi orari.Il ciclo mestruale non ha niente a che vedere con la funzione surrenalica.
Dr.ssa Paola Mossa