Utente 431XXX
Sono disperata e non ce la faccio più. Ho un calcolo di 23 mm nel rene. Hanno provato sia la litotrissia extracorporea sia la percutanea (fallita perché il rene troppo gonfio). Ho uno stent nell'uretere, altri piccoli calcolini sempre allo stesso rene che mi danno un fastidio assurdo per tutto il giorno tutti i giorni. Tra pochi giorni dovrei avere un altro intervento per rimuoverlo e vorrei un consiglio su cosa prendere per attenuare il fastidio, tenendo presente che una settimana fa ho smesso la cura antibiotica (ciprofloxacina, ed è l'unica cosa che mi da sollievo) e ora sto prendendo spasmex.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Un calcolo di quelle dimensioni è ancora alla agevole portata di un trattamento endoscopico per via retrograda attraverso le vie urinarie naturali (uretero-renoscopia operativa o RIRS). Questo in particolare viste le difficoltà incontrate nell'approccio percutaneo, che avrebbe costituito una valida alternativa. I farmaci più efficaci per contrastare il dolore renale sono la morfina ed i suoi derivati, ma gli effetti collaterali ne rendono disagevole la somministrazione per periodi prolungati. Pertanto si ricorre agli anti-infiammatori più potenti del gruppo dei FANS (ketorolac, diclofenac, ovvero Toradol, Voltaren ed altri. Gli antispastici classici come il prodotto cui lei fa riferimento sono generalmente assai meno efficaci.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2016
Infatti sarò operata proprio con questo metodo. Comunque il fastidio è a livello pubico, ed in particolare quando urino.