Vi segnalo un nuovo studio, effettuato presso l’Imperial College di Londra, su un campione di 28 donne di età compresa tra i 40 e i 62 anni, pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Lancet, con cui alcuni ricercatori hanno dimostrato che un nuovo farmaco non ormonale si è rivelato efficace per ridurre le vampate di calore in menopausa.

Vampate in menopausa

MLE4901 è il nome del nuovo farmaco che è stato in grado di ridurre di ben il 73% il numero e l’intensità delle vampate di queste 28 donne in menopausa che in media presentavano più sette vampate al giorno.

Il meccanismo d’azione di questo farmaco si basa sul blocco di una sostanza cerebrale ipotalamica probabilmente implicata nello scatenamento delle vampate, chiamata neurochinina (NKB)

Il farmaco MLE4901 è stato somministrato a un dosaggio di 80 mg per 4 settimane.

Questo nuovo farmaco, che rappresenta una promettente soluzione terapeutica per le vampate in menopausa, dovrà essere testato su un più elevato numero di pazienti e per periodi più prolungati di assunzione, prima di stabilire definitivamente che potrà essere impiegato come una valida alternativa alla terapia ormonale sostitutiva.

Fonte:

http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(17)30823-1/fulltext

http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(17)30886-3/fulltext

 Letture consigliate:

http://menopausaserena.altervista.org/vampatemenopausa.html

http://www.medicitalia.it/news/3691-Vampate-in-menopausa-un-trattamento-NON-ormonale-recentemente-approvato-dall-FDA.html