Ho un'orticaria da 2 mesi nonostante gli esami del sangue siano negativi e prenda l'antistaminico

Buonasera.
Circa 3 mesi fa ho iniziato ad avere prurito diffuso e chiazze rosee che apparivano e scomparivano.
La diagnosi è stata sindrome urticariode.
Ho fatto le analisi del sangue 2 volte in 2 laboratori diversi a distanza di un mese.
Got gpt gamma gt tiroide HP su respiro ina Ana eba pcr ves tas azotemia emocromo formula e conta leucocitaria glicemia ldh amilasi gamma gt negativo.
Complesso torch solo igg alte per rosolia e antitoxoplasma igm assenti il dermatologo dice che mi sono immunizzato.
L'esame parassitologico delle feci in 3 determinazioni riportava un mese fa rare uova di ascaridi non riconducibili per il dermatologo all orticaria.
Trattate con 2 cicli di vermox per 3 gg ognuno.
Ripetuto l'esame dopo 1 settimana su un solo campione tt negativo.
Premetto che prima dell'esame delle feci avevo c3 leggermente basso e c4 leggermente alto... C1 ok... Dopo I 2 cicli di vermox c3 e c4 ok... Ho eseguito una dieta con alimenti senza istamina Sono un paio di gg che di mia iniziativa ho sospeso l'antistaminico prendo solo vit d con fermenti... Il prurito che non è mai scomparso e che la notte è maggiore è ritornato più forte le chiazze appaiono meno intense ma più urenti anche se per poco... Vi chiedo ma devo stare sempre con l'antistaminico??
?
Prist test negativo... L'osteopata lo collega all emotività dicendo che l'antistaminico non serve servono solo i fiori di bach... L'allergologo invece sostiene che devo continuare con Telfast 120 una al giorno per altri 2 mesi!! E poi se non passa procedere con omalizumab.
sono in attesa da circa 4 mesi di una promozione che mi potrà comportare un trasferimento... Grazie mille per la risposta
[#1]
Dr. Paolo Fancello Allergologo 365 23
Gentile utente, telegraficamente: HA RAGIONE L’ALLERGOLOGO. Segua il suo consiglio. Inoltre non stia ad effettuare esami inutili, dopo quelli che ha già fatto. E’ evidente che si tratta di una forma di orticaria cronica spontanea. Tenga presente che l’antistaminico agisce sul prurito meno sui pomfi , se non migliora in due mesi aumentando il dosaggio fino a 4 volte la norma ( ma solo sotto indicazione medica) è corretto passare allo xolair

Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dott grazie per la risposta celere. L'unica preoccupazione è che pur avendo ripreso l'antistaminico e stando meglio quando lo dovrò togliere il problema si ripresenta perché in realtà copro il sintomo, ma non curo la causa..... In quel caso l'omalizumab, premetto che le ige sono normali come il prik test, aiuta risolve il problema ? E inoltre l'omalizumab, Xolair, è pericoloso? Può portarmi effetti collaterali gravi? La necessità è quella di guarire definitivamente. Grazie mille.
[#3]
Dr. Paolo Fancello Allergologo 365 23
Se lei sta bene con l’antistaminico non si metta altri problemi, pensi che i pazienti allergici lo assumono per tutta la vita con vantaggi . Tenga presente che la durata media dell’orticaria cronica spontanea è di 1-5 anni. Il 50% dei pazienti regredisce in circa sei mesi. Per cui se i sintomi sono sotto controllo con l’antistaminico vada avanti. Inoltre non sono d’accordo sul fatto che l’antistaminico sia solo un sintomatico, infatti riduce pian piano la sensibilità dei recettori dell’istamina stabilizzando la remissione dell’orticaria. Per prescrivere l’omalizumab non è necessario che ci siano le IGE alte. L’indicazione è orticaria cronica spontanea che non risponde alla terapia antistaminica anche ad alto dosaggio. Il farmaco è talmente sicuro che si può anche autosomministrare ed è permesso anche in gravidanza o durante l’allattamento.

Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#4]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio il dottor Fancello preparato e disponibile. Proverò come da lei indicato e le farò sapere tra circa 1 mese. Grazie
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno. Ieri sono stato a visita da un o specialista dermatologo il quale mi ha diagnosticato un'orticaria demografica causata da un forte stress che è caduto su un momento in cui avevo le "batterie scariche".... Premetto che erano 2 mesi che prendevo l'antistaminico con risultati abbastanza apprezzabili ma appena interrompevo il trattamento con antistaminico il prurito e le Macchie rosse ritornavano.... Mi ha prescritto singulair 1 cp la mattina e stugeron 1 cp la sera per 5 settimane togliendo l'antistaminico e dicendomi che essendo le ige totali sempre a 38 quindi basse ovviamente non sono allergico.... Vi chiedo è corretta come terapia? Grazie
[#6]
Dr. Paolo Fancello Allergologo 365 23
Assolutamente no, e mi sembra anche fuorviante l’ipotesi batterie scariche , dovute a forte stress. La terapia è l’antistaminico e se funziona l’antistaminico non serve altro. Sul fatto che l’orticaria non sia una allergia siamo assolutamente d’accordo, ma anche se avesse avuto le ige alte. Lo stugeron è una terapia che può essere tollerata se avesse accertato una interferenza del sistema coagulativo dosando il D-dimero che in certe forme di orticaria cronica risulta alto. Il singulair è un farmaco che si usa nell’asma, soprattutto di quella da sforzo, che avrebbe una qualche efficacia, peraltro mai dimostrata nelle forme di orticaria cronica spontanea. Quindi in sintesi proposta terapeutica del dermatologo assolutamente bocciata. Per me deve continuare con l’antistaminico finché serve

Dr. Paolo Fancello specialista in allergologia ed immunologia clinica

[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie dott... Lui mi ha assicurato che con questa terapia entro 5 settimane passa tutto.... Inoltre vi chiedo gli effetti collaterali del singulair sono pericolosi? E quelli dello stugeron? Ci sono rischi seri per la salute o mal che va l'orticaria non passa? Il dott mi riferisce che già dopo 10 gg le cose andranno decisamente meglio....

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa