Utente 393XXX
Buonasera Dottori. Mio marito soffre da tre anni di infezione da enterococcus faecalis scoperto tramite la spermiocoltura. Abbiamo appena terminato una cura antibiotica di 5 giorni...mattina e sera augmentin e prima di pranzo cefixoral. Gli antibiotici indicati nell antibiogramma nn ci sono stati prescritti per che erano da fare o in vena o intramuscolo. Abbiamo eseguito spermiogramma e talmente era brutto che nn è stata possibile eseguire la capacitazione. Noi dovremo fare a breve una icsi. Ma sarà il caso visto che l infezione c è ancora? Come dobbiamo comportarci? Grazie in anticipo a chi ci risponderà.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

domanda da 10 milioni di euro a cui solo il vostro andrologo di riferimento e la sua ginecologa, in diretta, vi possono rispondere.

Certo, se quadro seminale non adeguato, meglio posticipare la tecnica di fertilizzazione in vitro.

Detto questo poi, se desidera avere informazioni più dettagliate sull'utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gli articoli pubblicati e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/Ginecologia-e-ostetricia/1026/L-inseminazione-intrauterina ,

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215/la-fecondazione-in-vitro-e-la-icsi-come-si-svolgono-e-cosa-avviene-in-laboratorio/ .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com