Utente 186XXX
Salve,
sono un uomo di 32 anni ed assumo il b-bloccante Bisoprololo 2,5 per tachicardia. Ho letto che questo principio causa disfunzione erettile, ne ho parlato con il medico di base e mi ha consigliato metà compressa di Nebivololo - LOBIVON 5mg perché libera ossido nitrico alla periferia quindi possiede seppur modeste attività vasodilatatrici e crea meno problemi.
Ho letto una risposta nel marzo del 2016 anche del dr. Cecchini - Cardiologo per medicitalia.


Secondo Voi andrologi anche il Nebivololo crea disfunzione erettile o no e posso assumerlo al posto di bisoprololo ?


Grazie
Arrivederci

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

segua le indicazioni cliniche ricevute.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 186XXX

La ringrazio dottor Beretta,
Ma secondo Lei il Nebivololo non crea disfunzione erettile ?
Perché se lo provoca l impotenza a questo punto continuo con Bisoprololo se è la stessa cosa ?

Cordialità

[#3] dopo  
Utente 186XXX

Gentile Dottor Beretta,
non so se ha ricevuto la mia riposta.
Provo a rimandarla.


secondo Lei il Nebivololo non crea disfunzione erettile ?
Perché se lo provoca l impotenza a questo punto continuo con Bisoprololo se è la stessa cosa ?


Vorrei sapere quale dei due b-bloccante non può provocare DE?

Cordialità

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si pasticci; "se è la stessa cosa” solo il suo cardiologo glielo può dire, naturalmente dopo attenta e diretta valutazione clinica.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 186XXX

Gentile dr. Beretta,
Il mio cardiologo mi ha rifiorito che per ridurre la frequenza cardiaca nel mio caso sia il Bisoprololo che Nebivololo vanno bene, ma per sapere quale dei due principi da meno problemi di disfunzione erettile devo chiedere un consulto ad un andrologo.


La ringrazio

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sulla precisa attività farmacocinetica ed efficacia dei due farmaci bene sentire sempre in diretta il suo cardiologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 186XXX

Il cardiologo dottor Beretta mi ha riferito che sia Bisoprololo- Cardicor e Lobivon-Nebivololo vanno bene per la frequenza, ma devo sentire un parere dell andrologo per sapere quale dei due principi può creare meno problemi alla sfera sessuale.

Secondo Lei , tra Bisoprololo o Nebivololo quale crea minori problemi ?

Grazie

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In teoria il Bisoprololo è solo un beta1-bloccante mentre il Nebivololo invece, oltre ad essere un beta1-bloccante, sembra avere anche un' attività liberante NO, che è un'azione positiva per i corpi cavernosi e quindi sarebbe da preferire; ma, le ripeto, non faccia l’autoprescrittore e senta sempre in diretta per la decisione finale il suo cardiologo di fiducia.

Detto questo, come già dettole, si ricordi che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 186XXX

Va bene, La ringrazio Dottor Beretta.

Un cordiale saluto e buona serata.