Utente 366XXX
Buongiorno Dottore.
io e mia moglie abbiamo una bambina di 5 anni.
Dal 2016 stiamo provando ad avere un secondo bambino.
Nell'anno 2017 ho eseguito spermiogramma e relativa visita con andrologo/urologo. Gli esami dello spermiogramma non avevano evidenziato nessun problema particolare e la visita specialistica non aveva evidenziato particolari problematiche.
Visto che nell'ultimo anno non abbiamo avuto lieti notizia, ho eseguito un nuovo spermiogramma (agosto 2018) che ha evidenziato la patologia Oligoastenoteratozoospermia. Dalle analisi si evincono vari valori fuori norma che riporto di seguito di cui ne cito alcuni:
Bassa con. spermatozoi (2.50 x10^6) e basso numero di spermatozoi (9.75x10^6), bassa motilità progressiva (7%), basse forme normali (2%).

L'esame sperimiogramma è stato consigliato dal ginecologo di mia moglie da cui avremo a breve un consulto.
Vi chiedo gentilmente, in attesa del parere del ginecologo, una vostra indicazione se alla luce dei risultati sopra esista qualche tipo di terapia, dell'efficacia e quali risultati siano possibili e sopratutto con quali tempi.
Oppure se sia meglio essere indirizzati verso una forma di fecondazione non naturale.

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Vista la gravidanza e gli esami precedenti rifarei esame spermiografico, che non sia errore di laboratorio. Se il dato è confermato, si va da andrologo e non da ginecologo. E la terapia si da dopo visita ed ev. esami
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org