Utente 454XXX
buongiorno. in data venerdì 15 giugno mi si è presentata febbre, pensavo si trattasse di una banale influenza invece a distanza di 2 gg la domenica mi sono venute delle macchine sul viso bocca e piedi piccole e non molte ma fastidiose. premetto che in infanzia ho già fatto orecchioni (forti) e varicella e vaccinato per il resto. domenica sera mentre sto per cenare mi si gonfia il testicolo e ho un dolore atroce. viene chiamata ambulanza portano ospedale con 38,8 di febbre mi viene riscontrata epidemie con ciste di circa 1cm. mi viene dato antibiotico e il gg successivo torno per controllo e nuova eco che conferma epidemite. mi viene prescritto antibiotico a distanza di 1 settimana passa e si sgonfia ma poi ritorno in pronto soccorso per ben 2 volte in un altro ospedale dove durante la visita mi viene riscontrata ernia inguinale sx ben riducibile e mi consigliano operazione. mi metto in lista ma nel frattempo il dolore al testicolo non scompare mai rimane sempre lieve. dopo operazione del 21 settembre per ernia inguinale in laparoscopia dopo 2/3 gg mi torna dolore al testicolo sx dopo aver preso antibiotici (levofloxacina) aulin per 10 gg e voltaren la situazione rimane invariata vado al PS e mi ricoverano... fanno ecografie dove risulta nel canale inguinale un ematoma di 2 cm in via di "organizzazione" forse dovuto all'intervento. il testicolo sx appare leggermente più' ridotto rispetto quello di sx e poco meno vascolarizzato rispetto il dx. trovano minuta formazione cistica come a giugno nella testa dell'epididimo. dopo avermi tenuto 4/5 gg in osservazione pensano si tratti di dolore nevralgico e mi prescrivono lycar 25mg per 2 volte al gg, mi mandano a casa con questa terapia la situazione sembra leggermente migliorata a distanza di 2/3 gg di cura, ma il dolore c'è sempre e non va via anche se poco diminuito.
mi sono accorto alla palpazione che dove mi fa male sento come una piccola pallina. ho controllo tra 7gg ma non so più' dove sbattere la testa. me lo terrò a vita?? grazie.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore

qualche volta succede che il paziente che lamenta dolori...venga visitato al Pronto Soccorsoi dal chirurgo che osservando una ernia, presumo piccola, tende a risolverla chirurgicamente dimenticandosi o non avendo la sensibilità-preparazione di valutare il dato del dolore testicolare
una cisto epididimaria non può determinare dolori ma una epididimite si
veda di continuare a farsi seguire dal chirurgo visto l'ematoma riscontarato.
una valutazione andrologica sarebbe comunque opportuna
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 454XXX

mi hanno visitato molti dottori.....
urologi e chirurghi e a breve mi rivisiterà anche il chirurgo che mi ha operato. dicono che sia un dolore nevralgico e infatti con il lyrica mi è passato di un buon 50%, ma non è ancora andato via. alla visita dicono che è possibile che mi abbiano stirato un nervo durante l'intervento di ernia, ma ancora ho questo dolore zona bassa vs sinistra del testicolo sx; dicono sia strano si tratti di un dolore nevralgico, all'ecografia non risulta assolutamente nulla... ma se con il lyrica passa deve essere x forza un dolore nevralgico ? grazie dottore