Utente 515XXX
Cari Dottori,
come da profilo, ho 40 anni (quasi 41) ma ho un problema (che mi rendo conto essere tale) fa molto.
Sono sposato da 15 anni ed i rapporti con mia moglie, in media credo 3 al mese, hanno sempre avuto una dinamica particolare. Io odio il preservativo, lei non ha mai preso anticoncezionali ed è fortemente clitoridea. In pratica dopo la penetrazione i nostri rapporti finivano sempre con stimolazione "manuale" oppure corpo a corpo.
Negli ultimi tempi alcuni fattori mi hanno portato a rendermi conto di non riuscire ad avere un vero rapporto completo. Dopo pochi minuti o anche meno di penetrazione, mi sento stanco, mi mancano le forze, di conseguenza perdo l'erezione in tutto o in parte e questo peggiora la situazione.
Alla fine mi devo fermare e qualche volta non sono riuscito a raggiungere l'orgasmo nemmeno cercando di finire con la masturbazione.
È solo un problema di forma fisica? Se così fosse, quale tipo di attività mi consigliate per recuperare le forze ed il vigore per portare a termine un rapporto completo?
Spero di aver reso bene l'idea del mio problema.
Grazie mille per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

il sospetto che sia presente un fattore vascolare che impedisce al suo pene di diventare assolutamente rigido e di mantenersi sufficientemente rigido per il tempo necessario ad un soddisfacente rapporto sessuale potrebbe essere legato a fattori vascolari e/o psicologici
sarebbe opportuno farsi vedere da uno specialista, magari effettuare un esame rigiscan ed un ecocolordoppler penieno
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org