Utente 587XXX
Gentili Dottori,

fin da giovane ho avuto rapporti poco frequenti ( mediamente 1 volta a settimana) e di breve durata e intensità,a causa di eiaculazione precoce.

Da poco ho una nuova partner e in virtù di quanto detto sopra ho avuto un primo incontro intimo doppio, ossia abbiamo avuto due brevi rapporti completi nel pomeriggio.

Era la prima volta che avevo due rapporti ravvicinati e devo dire che a parte la solita durata esigua ,il giorno seguente ho anche provato fastidio al pene, una sorta di indolenzimento interno e come se vi fosse uno stimolo urinario continuo ma inesistente.

I giorni seguenti c’è stato un cambiamento. Per più giorni consecutivi abbiamo avuto singoli rapporti di durata più estesa, e alla luce di tali rapporti per me inusuali il fastidio non accenna a diminuire.

Volevo chiedere : il fastidio che sento è dato dal primo doppio rapporto ravvicinato ,avere due eiaculazioni ravvicinate può aver causato qualcosa e i seguenti rapporti lo hanno mantenuto o in generale può essere la frequenza e intensità a causare affaticamento o irritazione interna? Esternamente non sento dolori o fastidi.

C’è bisogno di un consulto per il fastidio o servirebbe una pausa nei rapporti? Il mio dubbio è che questo fastidio sia dovuto a quel doppio rapporto ravvicinato iniziale.

Ringrazio per l’attenzione ed un' eventuale risposta.
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il dubbio è legittimo solo se si sono escluse cause infiammatorie che sono molto frequenti,particolarmente nelle coppie i cui partners non vantano una storia significativa di rapporti sessuali tra di loro.Ne approfitti per sottoporsi ad una visita andrologica.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 587XXX

Grazie Dott. Izzo della celere e gentile risposta.In effetti non ho finora fatto alcuna visita andrologica mirata in età adulta e forse ho ignorato alcune questioni latenti,ora che vorrei la partner diventasse stabile.
Pur essendo un fastidio non insopportabile,credo nel frattempo sia meglio ridurre l'attività perchè sono un po' preoccupato,non vorrei peggiorare la situazione.
Cordiali saluti