Utente 350XXX
Gentili dottori sono un uomo di 31 anni; nel mese di dicembre ho avvertito dei dolori al fianco destro e al basso ventre, all'inizio di gennaio ho iniziato ad avvertire bruciore all'uretra e un certo dolore unilaterale al testicolo sinistro, avevo eseguito diversi esami tutti negativi, ecografie addominali, visite urologiche, ecografie dei testicoli, ma siccome i sintomi non passavano mi sono stati prescritti empiricamente prima del ciproxin, poi vista l'inefficacia del fluconazolo. Alla luce di un tampone uretrale ieri finalmente il responso: clamidia, ho iniziato oggi la cura antibiotica con minocin 100 una al dì per 12 giorni; la mia domanda è questa: la malattia può aver influito sulla mia fertilità nel tempo descritto? So bene che l'ideale è eseguire uno spermiogramma tra un mese circa e lo farò, ma sono molto preoccupato e in ansia all'idea di rimanere sterile a causa dell'infezione e volevo un vostro parere, Io ipotizzo di averla contratta nel mese di novembre visto che i sintomi li ho avvertiti tra dicembre e gennaio. Spero possiate rispondermi. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sull'argomento, da lei sollevato, la invito a consultare anche quest'articolo già pubblicato sul nostro sito:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/753-malattie-sessualmente-trasmesse-fertilita-uomo.html

Comunque non drammatizzi e si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 350XXX

Come le dicevo so bene che dovrò eseguire altri esami e la ringrazio molto per il consiglio, mi chiedevo solo se dalla vostra esperienza possa essere frequente poter avere danni permanenti da una clamidia mal curata per un paio di mesi, non sono un medico e non so cosa sia
solito fare questo microrganismo nello specifico nel breve periodo....grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non drammatizzi ed ora, individuato il problema, la sua risoluzione, se ben impostata una terapia mirata, generalmente non è complessa.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com