Utente 548XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni, un anno fa esattamente a maggio ho avuto un rapporto non protetto con una ragazza che ha affermato di non aver mai avuto la candida, non ho avuto sintomi o dolori strani nelle settimane successive al rapporto, 2 mesi dopo l’ultimo rapporto peró, quindi a luglio, ho cominciato ad avvertire prurito intenso e bruciore accompagnato da un forte arrossamento del glande. Secondo il mio medico di fiducia si trattava di candida e mi ha prescritto l’utilizzo di una crema chiamata travocort. Dopo 3 settimane di utilizzo della crema, mi passano tutti i sintomi. Peró dopo un mese cominciano ad uscirmi piccole macchie rosse (non grandi e dolorose come la prima volta), le quali mi causavano solo un leggero prurito e bastava applicare una sola volta la crema per passare del tutto, e ció si è ripetuto circa una volta ogni 2/3 settimane fino ad ora. A questo punto ho 3 domande da porvi:
1) È stato il rapporto non protetto a causarmi la candida?(che ricordo mi è apparsa dopo 2 mesi dal rapporto)
2)Si tratta realmente di candida data la differenza tra la prima volta e le successive?
3) Ho notato che queste macchie rosse, si manifestano quasi sempre dopo essermi masturbato intensamente, detto ció, quest’ultime possono essere causate dalla masturbazione?
Grazie in anticipo per le risposte.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile giovane lettore,

tutte le domande che fa sono da un milione di euro senza la possibilità di una valutazione clinica diretta e, come spesso ripeto da questo sito e vista la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze, per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2]  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

andiamo con ordine:
1) si può essere stato il rapporto non protetto a causare la candidosi
2) potrebbe trattarsi di un'altra patologia comunque diagnosticabile tramite un controllo diretto.
3) se persiste una infiammazione la mucosa del glande è più reattiva e con la semplica masturbazione il glande può irritarsi maggiormente.
Serve una visita specialistica e poi se lo desiderasse ci faccia sapere.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it