Utente 544XXX
Salve gentili dottori buongiorno, sono qui perché vorrei sentire una vostra opinione. Premetto che giorni fa sono stato da un'andrologo, ma non mi sento convinto di ciò che mi ha detto. Vi spiego la situazione. È fascino mesi che notavo che il mio pene verso la fine Dell asta, per capirci dove inizia il glande si sta leggermente curvando e si mostrava storto. In erezione ho fastidio proprio al lato del pene dove c'è questa curvatura e inoltre, cosa che ho fatto vedere all' andrologo, sempre in erezione a lato c'è come un rigonfiamento a forma di disco/anello e avvolte sento sotto pelle Comun noccio. Lui vedendo il pene a riposo e vedendo le foto in erezione mi ha detto che la situazione è tutto ok, che non c'erano problemi. A quel punto ho chiesto un ecografia per essere più tranquillo, ma io mi nasce un'altra dubbio, come mi ha effettuato questa ecografia, apposta di passare il macchinario (non so come si chiama) a lato dove ho questa curvatura e in erezione dove ho la comparsa di quel rigonfiamento già citato, mi ha ha passato il macchinario soltanto frontale al pene (per farvi capire, tra l' asta del pene e l' inizio dei testicoli).
Vorrei un vostro parere a riguardo e capire se in mondo in cui ha effettuato l' ecografia è stato giusto? Aspetto una vostra risposta poi magari finisco di spiegarvi cosa mi ha detto. Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
VERONA (VR)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
non possiamo esprimerci via web sulla correttezza o meno della valutazione che ha ricevuto da un altro Andrologo, in base alla sua descrizione. Ciò detto se lei non è convinto della valutazione che ha ricevuto consideri la possibilità di una seconda opinione mediante VISITA presso altro Andrologo. Ci faccia poi sapere.
Le segnalo un post in merito alla scelta dell'Andrologo: " Da chi vado? Come scegliere un andrologo di riferimento" al link https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2495-da-chi-vado-come-scegliere-un-andrologo-di-riferimento.html

Cordialmente,
Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#2] dopo  
Utente 544XXX

La ringrazio gentile dottore, sto infatti valutando di farmi visitare da altro andrologo, al momento mi è impossibile visto la situazione economica. Potrei sapere però da lei se nel modo in cui mi è stata fatta l'ecografia sia corretta?
È sopratutto,il pene in erezione al tatto, sotto pelle sento una cosa dura come una pallina. Se l andrologo mi ha detto che non ci sono problemi, cosa può essere questo"noccio"?

[#3]  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
VERONA (VR)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Mi dispiace ma non posso esprimermi via web non essendo stato presente all'ecografia, e non avendo la possibilità di visitarla.

Cordialmente,
Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#4] dopo  
Utente 544XXX

Capisco dottore la ringrazio comunque, ma potrebbe darmi almeno un parere in base ai miei sintomi. Presente a riposo una Curvatura del pene verso il lato sinistro, nella zona del glande mentre in erezione non è presente questa Curvatura è solo leggermente storto. È poi che le dicevo in erezione al tatto si sente sotto pelle una pallina, una cosa dura. Mentre a riposo non è così evidente al tatto ,soltanto in un primo momento quando passa da erezione a riposo, non vorrei che il mio andrologo non avendo sentito niente di strano mi ha detto che era tutto ok, infatti per questo inizialmente chiedevo se l ecografia anche se fatta in quel modo prendesse tutta l asta del pene. Inoltre come ho chiesto al medico se potesse riguardare la malattie de la peyrone visto i sintomi mi ha detto categoricamente no. Però comunque non continuo a capire questi sintomi e da cosa dipendono. Non chiedo una diagnosi perché è impossibile ma vorrei un parere a riguardo. Spero possiate darmi un consiglio o magari rassicurarmi.

[#5]  
Dr. Edoardo Pescatori

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MODENA (MO)
LUGO (RA)
BOLOGNA (BO)
VERONA (VR)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Quello che le posso dire è che un "indurimento" che si percepisce solo in erezione non configura una classica malattia di La Peyronie; mi fa piuttosto pensare a un aspetto vascolare/linfatico, ma non a una placca fibrotica.
Dott. Edoardo Pescatori
Specialista in Urologia - Andrologo
www.andrologiapescatori.it

[#6] dopo  
Utente 544XXX

Quindi diciamo che su questo il mio andrologo non si è sbagliato a dirmi che tutto questo non c'entra niente con la malattie de la peyrone.... guardi questo indurimento si sente prevalentemente come le dicevo solo in erezione però a riposo anche se non si sente sempre al livello di tatto mi sembra diverso all altro lato, non so se mi sono spiegato bene...perdoni la mia ignoranza, per aspetto vascolare/linfatico, cosa vuole dire? Mi perdoni ma come puo capire anche da Come mi esprimo non conosco certi termini. Intanto io ho sollecitato nuovamente al mio andrologo questo sintomo.