Disfunzione erettie o normalità?

Mi trovo in una situazione alquanto delicata e vorrei esporvi il problema per capire se è necessaria la visita da un andrologo oppure se rientra nella normalità.

Questo problema l'ho esposto al mio medico di base ed ha imputato il problema alla melatonina che prendo a dosaggio alto per addormentarmi e mi ha detto di aspettare e non fare nulla e vedere per un mese (cosa per me impossibile da fare) cosa succede.

Il problema è alquanto semplice ma non sono del tutto sicuro sia un problema o se rientra nella normalità.
E' un po' di tempo, pochi mesi, che sia da solo che in compagnia quindi con la mia donna (relazione stabile da tempo), non ho una piena erezione o meglio, non riesco a mantenerla se non stimolato, e questo, se fino ad oggi non mi creava particolari problemi, adesso qualche dubbio mi sta iniziando a venire.
Il tutto, è iniziato a sorgere proprio durante una masturbazione da solo, e, fermandomi un attimo mentre lo facevo, ho notato che appena mi fermavo dopo pochi secondi il mio pene iniziava ad abbassarsi quasi a perdere erezione, e non appena lo ritoccavo tornavo ad avere una erezione completa e abbastanza forte.

La stessa cosa, si è presentata 2 volte in coppia e questo mi ha creato ancora più problemi con la mia partner.
Durante i preliminari e sesso orale mentre mi dedicavo a lei, il mio pene non aveva erezione anche se stavo facendo una cosa che mi dava piacere.
In parole molto povere, risponde solo se stimolato in maniera diretta ma non appena si lascia un attimo perde l'erezione.

Premetto che quando l'erezione c'è, è buona a livello di durezza ma non di solidità nel tempo.
Vorrei inoltre precisare che ho una vita sessuale abastanza attiva quindi a volte anche 4 volte a settimana.

Ora mi chiedo.
Tutto ciò necessità di visita approfondita oppure rientra nella normalità?
Prima di questi ultimi mesi, non mi sembrava avessi tali problematiche, ma non vorrei che mi stia anche fossilizzando io perchè è successo in coppia e magari rientra tutto nella norma.

Vorrei solo capire se c'è qualcosa da dover fare controllare da uno specialista, o se sulla base di quanto scritto non c'è alcunchè da preoccuparsi.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

in questi casi sempre bene sentire in diretta un consiglio dato da un bravo ed esperto andrologo; da questa postazione difficile capire se via o meno un problema clinico da risolvere.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste problematiche sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Nemmeno sulla base di quanto detto mi può dire qualcosa? Ci sono delle analisi che potrei fare intanto da laboratorio viste le difficoltà del momento intanto per capire se c'è qualcosa che non va?
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Sentito eventualmente anche il parere del suo medico di famiglia potrebbero forse essere utili alcune valutazioni ormonali come il testosterone e la prolattina ma queste sono indicazioni che avrebbe già dovuto trovare nei link delle news già indicati.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno
Il mio medico mi aveva detto di aspettare e vedere ed in caso sentire uno specialista, ma purtroppo adesso non è possibile farlo e quindi volevo intanto fare degli accertamenti.
[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Letti i link consigliati ed eventualmente letto anche il libro?

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#6]
dopo
Utente
Utente
Ho letto i link, ma non il libro. Ma lei personalmente pensa possa esserci un problema sulla libido? Per capire se effettivamente può esserci un collegamento, quindi un calo di essa, con tutte le sintomatologie descritte.
[#7]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Come già dettole per iniziare a capire qualcosa della sua attuale situazione clinica: "potrebbero forse essere utili alcune valutazioni ormonali come il testosterone e la prolattina ..."

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#8]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio.
In elenco pensavo di fare queste cosa ne pensa in merito?
LH (ORMONE LUTEOTROPO), FSH (ORMONE FOLLICOLO STIMOLANTE) TESTOSTERONE, CORTISOLO, FT3, TSH, ORMONE SOMATOTROPO, ACTH (ORMONE ADRENOCORTICOTROPO) E PROLATTINA

Sono tutte necessarie? Il laboratorio mi ha aggiunto anche cortisolo, ths ed ft3 che se non sbaglio le avevo già fatte non tanto tempo fa.
[#9]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Bene prima di fare tutte queste valutazioni ormonali, magari non utili, se possibile, sentire prima in diretta almeno il suo medico di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#10]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore
Sentito anche il medico, sono fuori regione. Mi ha consigliato di sentire uno specialista cosa adesso impossibile, ed iniziare a fare delle analisi basi per capire se i valori sono nella norma.
[#11]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio