Storia sessuale - eiaculazione precoce da qualche tempo

Salve a tutti e complimenti per il forum.


Ho 28 anni e non sono mai riuscito ad avere un rapporto completo soddisfacente.


Di seguito la mia "storia sessuale":

Prime esperienze (masturbazione/sesso orale ricevuti): molto duraturi, all' incirca 45 minuti all' età di 19 anni.


Diversi anni di "buio" poi primo episodio "allarmante":
eiaculazione nei pantaloni senza ricevere alcuna stimolazione, mentre praticavo una masturbazione ad una ragazza.


Altri anni di "buio" poi diversi episodi di eiaculazione precoce, alcuni dei quali ancora prima di cominciare il rapporto orale.


Ho avuto con due ragazze l' opportunità di praticare la penetrazione ma in entrambi i casi sono venuto dopo pochi secondi.


Finalmente decido di recarmi da un andrologo, il quale diagnostica la presenza di un frenulo breve ma lesionato e mi consiglia in ogni caso una spermiocoltura.


Eseguo quest ultima il cui risultato è negativo, ma tentenno per intervenire con la consigliata frenulotomia in quanto (forse erroneamente) impressionato dai video di YouTube ma soprattutto da letture di esperienze negative post- operazione, nonostante sia considerato un intervento "banale".


Sono caduto, costretto anche dal periodo di quarantena forzato, in un vortice di dubbi e di letture su Internet: Priligy, esercizi di Kegel, anestetici locali... Sto impazzendo: (

Sono "disperato", sono ancora tentennante sull' eseguire l' operazione, anche perché forse spinto dalla "fretta" non ho spiegato all' andrologo degli episodi di eiaculazione senza alcun contatto e che con la masturbazione non ho alcun tipo di problema e riesco a gestire l' orgasmo a mio piacimento...

Non so cosa fare: (
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

quello che ci scrive fa pensare ad un problema sessuale con un'importante componente psicologica, relazionale ma qui mi fermo e le dico che comunque, in questi casi, la frenulectomia generalmente è lasciata come ultima ratio.

Detto questo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/6691-eiaculazione-precoce-fattori-scatenanti.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore e grazie innanzitutto per la celere risposta.

Aggiungo qualche particolare che ho omesso:
Qualche anno fa in seguito ad un trauma (pallonata) mi recai da un Andrologo il quale individuó una Varicocele di I grado (nessun problema per il trauma), puo centrare qualcosa?

In ogni caso inoltre mi capita di arrivare al dunque iperteso e, data l' inesperienza mi capita la sensazione di non sapere dove mettere "le mani", ho sempre difficoltà ad effettuare la penetrazione.

Sto pensando addirittura di ricorrere a qualche giocattolo sessuale per potermi "allenare".

Grazie per la comprensione.
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Non si pasticci e sul varicocele difficile trovare una connessione con il suo attuale problema sessuale.

Comunque, se desidera avere informazioni più dettagliate su questo tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
ritorno dopo un po' di tempo sul medesimo post per condividere questi ulteriori episodi:

Ho ritentato recentemente di avere un rapporto completo con la mia ragazza, ma questi sono stati i riscontri:

1): Primo tentativo: erezione ok, ma impossibilitato a causa di un suo problema di vaginismo

2): Secondo tentativo: erezione ok, vaginismo persistente; leggera perdita di erezione ma eccitazione massima che mi ha fatto eiaculare nel preservativo

3): Terso tentativo: Vaginismo completamente risolto (masturbandola con le dita non ha accusato alcun fastidio come in precedenza), ma al momento "clou" ho perso completamente l' erezione, ancor prima di indossare il preservativo

Insomma, in poche parole non riesco in nessun modo ad avere un rapporto completo; posso affermare che la mia mente fosse è fossilizzata e traumatizzata dagli episodi di eiaculazione precoce che si sono verificati in precedenza (anche con un' altra partner)

Inoltre sono ancora confuso riguardante la frenulotomia che mi è stata consigliata visti i tanti pareri discordanti che ho letto in rete

Un' altra componente importante è quella che io non sono ancora riuscito in assoluto ad avere un rapporto completo nella mia vita e mi sento abbastanza impacciato, mentre lei al 99% sì in quanto ha avuto una relazione duratura in precedenza (la cosa mi crea ulteriore "rabbia e frustazione").

Insomma, in generale perdita di erezione/eiaculazione precoce mi sono capitate nel momento in cui mi accingevo ad avere un rapporto penetrativo

Mi chiedo se possa influire la sua assenza di attitudine a prestare rapporti orali (durante i preliminari mi masturba solamente)

Ringrazio anticipatamente per i consulti che mi arriveranno

Cordiali Saluti.
[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

situazione relazione complessa che richiede una valutazione diretta combinata con andrologo ed esperto psicologo.

Detto questo si ricordi ancora che comunque sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente un’indicazione clinica precisa e corretta.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Rispondo dopo molto tempo al consulto...

La visita specialistica ha diagnosticato una prostatite successivamente sconfitta dopo una terapia di 10 gg.

Ciò nonostante si soni ripresentati gli stessi identici problemi...

Stasera decido di assumere Priligy da 30mg... Una serie di circostanze (litigio di coppia) hanno portato a sfumare il rapporto sessuale...

Tuttavia già andando in bagno in un bar, ho sentito una sensazione di "anestetizzazione generale"... Torno a casa e decido di masturbarmi anche per poter in qualche modo testare il farmaco...

Ho avvertito la sensazione sopra citata, con erezione nella norma e con l'assenza della sensazione di accelerare l'orgasmo se andavo più veloce... Come se non riuscissi più a venire facilmente... Insomma io qualche effetto l'ho notato anche se si trattava di semplice auto masturbazione.

Potrei intravedere un lumicino di speranza? A me interessa il rapporto completo... Nel caso in cui anche per quest ultima cosa dovessero migliorare i tempi/sensazioni, per quanto tempo dovrei assumere il farmaco?

Grazie,
Cordiali Saluti
[#7]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Lo dovrà assumere fino a quando con il suo andrologo di fiducia deciderete che è arrivato il tempo di provare a non prenderlo più, cioè quando lei avrà compreso il "momento pre-eiaculatorio" ed sarà quindi in grado di controllarlo.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio