Problema di erezione

Salve sono un ragazzo di 33 anni e da circa un anno e mezzo ho problemi di erezioni.
Premesso che non ho mai pensato di fare autodiagnosi in questo campo ed anzi vi sarei grato se poteste consigliarmi un andrologo in zona Salerno e provincia espongo brevemente il mio problema.
Sono stato fidanzato per lungo tempo (12 anni) ed ho avuto sempre una vita sessuale più che soddisfacente, ad esclusione di un periodo di circa 6 mesi, ben 4 anni fa, in cui ho avuto problemi di erezione e calo del desiderio.
Da poco più di un anno sono single per mia scelta e mi è capitato di uscire con diverse ragazze.
Con tutte queste ragazze, le quali mi piacevano esteticamente, la prima volta non ho avuto l'erezione.
Sicuramente sbagliando (sottolineo la cosa) e su consiglio di un amico farmacista ho iniziato ad usare Sidenafil da 25 e con tutte queste ragazze riuscivo ad avere rapporti soddisfacenti.
Dalla fine della quarantena ho iniziato ad uscire con una ragazza carina e con cui c'è un grande trasporto fisico, ma anche con questa mi è capitato che senza il Sidenafil non riesca ad avere rapporti.
E' necessario che vada a fare una visita da un andrologo, ma in attesa di questa cosa potrebbe essere?
Come altre informazioni aggiungo che da circa un paio d'anni mi è stata diagnosticata una tiroidite autoimmune con ormoni antiperissodasi intorno ai 200 (con valori normali fino a 35IU/ML) considerata sotto controllo da parte dell'endocrinologo.
Ho scarse erezioni notturne o comunque mattutine.
Già da qualche anno sento di avere un minor desiderio in generale rispetto a prima, con pochissime erezioni spontanee.
A volte quando ho un'erezione come se non "sentissi" del tutto il pene eretto.
Tendo ad escludere la causa psicologica poichè sono in un periodo della mia vita in cui va tutto abbastanza bene, dal lavoro ad altro, oltre che non sono una persona stressata.
Il fatto che in seguito ad assunzione di Sidenafil riesca ad avere erezioni non indirizza verso un aspetto fisiologico (dalla circolazione a problemi ormonali)?
Ringrazio per le risposte ed il tempo dedicatomi, consapevoli del fatto che è solo un'indicazione e non una diagnosi online.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55k 1,2k 1k
Gentile lettore,

che lei abbia risposte migliori utilizzando del Sildenafil nulla ci dice sulla ragione dei suoi problemi sessuali comunque, vista la sua complessa sintomatologia, sicuramente bisogna ora sentire in diretta un esperto andrologo; purtroppo sulla questione "indicarle un collega" le dico che questa non è la sede per una informazione così particolare e non di interesse generale.

Questo quesito è bene porlo, in prima battuta, al suo medico di fiducia e poi comunque, in altre sezioni del nostro sito, può sempre trovare un aiuto più mirato alla sua domanda.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste problematiche sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-quando-l-erezione-e-difficile-o-non-c-e-che-cosa-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-nel-trattamento-della-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test