Disfunzione erettile

Buonasera, ho effettuato 10 infiltrazioni sul pene, causa placca che mi provocava una leggerissima curvatura del pene.
La placca è diminuita notevolmente, la curvatura è rimasta uguale ma non mi devo preoccupare mi ha detto il dottore che mi tiene in cura.
Il problema è che ho un deficit erettile da più di un anno e la cura dei due dottori che mi hanno visitato è stato telefil 20 mg
I valori del testosterone sono:
Testosterone 3.8
Testosterone libero 11.
8
Loro mi dicono che i valori sono giusti il mio medico di famiglia mi dice che per lui sarebbe meglio fare una cura e ristabilire i valori
Lei che dice
Ho 48 anni e ho un calo del desiderio e provo poco piacere durante il rapporto che ultimamente è sempre orale perché non ho un erezione completa che mi permette la penetrazione, salvo sporadiche volte che riesco ad effettuare la penetrazione anche se l erezione non è completa.
Il problema è che il mio medico di famiglia non può segnarmi una cura di testosterone e i Dottori che mi hanno seguito non vogliono segnarmels.
Ma io continuo ad avere questo disturbo.
Fatemi sapere secondo voi se la soluzione potrebbe essere una cura ormonale e soprattutto se i valori sono bassi o meno, o quanto dovrebbero essere i valori per un uomo di 48 anni
Grazie saluti Andrea Mori
[#1]
Dr. Mario De Siati Urologo, Andrologo 2,8k 83 1
Sarebbe interessante sapere se con il tadalafil 20 mg la sua erezione migliora. Rispetto al testosterone solo uno specialista in relazione alla visita più stabilire se è necessaria una terapia sostitutiva. Il valore ematico del testosterone da solo dice poco ,esso deve essere correlato alla situazione clinica . Il dosaggio del testosterone libero è nel range di normalità, quindi dai suoi esami una terapia ormonale non dovrebbe essere necessaria.

Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la disponibilità, e rispondendo alla sua domanda dopo aver preso il telefil da 20 mg l erezione migliora, ma non è completa, anche il glande non è rigido come prima.
Adesso non so da cosa potrebbe dipendere questo problema, non riesco ha risorverlo. E il calo del desiderio da cosa dipende? L'eccitazione minore, e il piacere minore che provo durante il rapporto. Dimenticavo un anno fa sono stato operato di fimosi, ed ho una connettivite indifferenziata e fenomeno di reynoud non so se può influire questo. Saluti e grazie della sua disponibilità.
[#3]
Dr. Mario De Siati Urologo, Andrologo 2,8k 83 1
La presenza di un vasospasmo periferico, ha sicuramente un influsso negativo sulla qualità della erezione. Anche la presenza di una placca può comportare una fuga Venosa che può causare problemi erettili,in ultima analisi segua le terapie del suo andrologo di fiducia con i farmaci che le ha prescritto ,eventualmente modulando il dosaggio

Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#4]
dopo
Utente
Utente
Quindi non c'è rimedio?

La ringrazio saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio