Ernia inguinale può scaturire epididimite?

In seguito a un'epididimite, mi è stata diagnosticata una punta d'ernia inguinale.
Ho un fastidio sopportabile al testicolo oramai da un anno.


Vorrei sapere, gentilmente:

1) se l'ernia inguinale ha potuto scaturir l'epididimite e/o viceversa;

2) la punta d'ernia non causando dolori ma solo un fastidio (giorni di più e giorni quasi nulla), deve essere necessariamente operata?


3) l'ernia inguinale non operata tende a diventare bilaterale?


Grazie
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,4k 412 2
Caro lettore

talora ad una ernia inguinale si può associare una infiammazione epididimaria ( anche se una epididimite in genere è indipendente dall'ernia ed è solo l'occasione per essere visitato con attenzione tanto da scoprire anche una ernia in fase iniziale
la punta d'ernia potrebbe rimanere così richiedendo solo di evitare sforzi fisici importanti e violenti ( sollevare pesi...)
A mio parere una Punta d'ernia non richiede necessariamente una correzione chirurgica ma atri chirurghi possono avere idee diverse
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ho notato che il fastidio (senso di pesantezza al testicolo) aumenta quando sto 3 o 4 giorni senza defecare. È normale?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa