Sildenafil e possibili effetti collaterali

Buonasera Dottori,
Sono un ragazzo di 26 anni e in passato ho sofferto di attacchi di panico che col passare degli anni si sono attenuati, lasciandomi peró alcuni problemi sulla sfera sessuale ovvero ansia da prestazione.
Nessun problema con i preliminari ma al momento della penetrazione non riesco portare avanti il rapporto.

Parlandone col medico di famiglia durante una visita, mi ha prescritto una dose da 25mg di Sildenafil prima del rapporto sessuale.

Sono in buona salute, forse appena in sovrappeso, purtroppo sono fumatore ma non ho altri problemi.
Pratico sport circa 2/3 volte la settimana (ciclismo).

Ho effettuato visita cardiologica completa appena 3 mesi fa ed è tutto nella norma.

A questo proposito vorrei chiedervi, quante possibilità ci sono che io possa incorrere in effetti collaterali gravi dovuti al Sildenafil?

In questa dose il farmaco puó risultare comunque problematico per l’organismo?

Potrebbe il caldo di questi giorni, influenzare l’assunzione di Sildenafil?


Cordiali saluti,
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Gentile lettore ,

non drammatizzi e segua le indicazioni ricevute dal suo medico di fiducia; se altri dubbi bene sentire in diretta anche il suo andrologo di fiducia.

Se desidera comunque avere più informazioni dettagliate su queste problematiche sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gli articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-quando-l-erezione-e-difficile-o-non-c-e-che-cosa-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-nel-trattamento-della-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio storico libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Detto questo si ricordi che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test