Esami ormonali calo libido e difficolta' erezione

Buongiorno e grazie dell'aiuto.


A seguito di una nuova partner a distanza di qualche anno sono ricominciati i problemi di libido e erezione e presumo ansia da prestazione.


Premetto che anni fa ho fatto anche 10 sedute da un sessuologo oltre che usare farmaci pro erettivi, ci è voluto un po di tempo ma stavo meglio, ora nuova compagna e tornano i problemi.


Preoccupato ho fatto una visita andrologica con esami al seguito che riporto per un vostro riscontro:

- vitamina d 26, 6 (da 21 a 29 insufficienza)
- tsh 1, 864 (0, 55 - 4, 78)
- fsh 1, 40 (1, 4 - 18, 1)
- lh 2, 93 (1, 5 - 9, 3)
- prolattina 8, 1 (2, 1 - 17, 7)
- 17 beta estradiolo 25, 68 (<39, 8)
- testosterone plasmatico 3, 21 (1, 97 - 6, 69)
- shgb 17, 8 (13 - 71)
- Dhea-s 378, 00 (80-560)

Vitamina D insufficiente, sarebbe meglio integrarla?


Il mio androlo ha controllati esami ma non mi ha fatto esame prostata e la diagnosi è ansia da prestazione.


Rispetto ad anni fa viene gestita sicuramente con molta meno ansia grazie alle sedute dal sessuologo ma non pensavo di ricascarci un altra volta, pensavo di avere risolto quindi secondo il medico potrebbe essere una guarigione veloce dopo i primi rapporti che riusciró a concludere, cialis 5 mg per un mese a giorni alterni e tra un mese vediamo come và.


Questa volta rispetto al passsato il mio pene perde improvvisamente in un secondo erezione anche se sotto stimolazione partner e il preservativo non aiuta di sicuro perchè tempo di recuperarlo e metterlo e ho perso erezione.


Secondo voi gli esami sono in ordine o la mia scarsa libido puo' essere dovuta da essi?


La libido è molto bassa da ormai molti anni.


Sto utilizzando taladafil 2, 5 mg ogni 2 giorni con buona risposta al farmaco, in pratica sono tornato come prima dei problemi, questo oltre essere un buon segnalòe di salute puo' escludere dei danni organici?
secondo il mio andrologo rispondendo ad un dosaggio cosi' basso si tratta di ansia da prestazione al 100%.


Cosa ne pensate?


Grazie mille e buon lavoro.

Mi piacerebbe avere anche un vostro parere che per me e' molto importante.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Gentile lettore,

segua tutte le indicazioni e i suggerimenti ricevuti dal suo andrologo, sono sostanzialmente condivisibili; regolarizzi la vitamina D; sul preservativo poi le possiamo dare ragione ma bisogna usarlo quando utile infine sulla libido molto bassa bene risentire in diretta sempre il suo andrologo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste problematiche sessuali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gli articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-il-desiderio-sessuale-che-fare-quando-viene-a-mancare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-quando-l-erezione-e-difficile-o-non-c-e-che-cosa-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-nel-trattamento-della-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Altri suggerimenti infine li può trovare anche sul mio storico libro: Disfunzioni sessuali maschili. Guida alla scoperta delle cause e delle terapie , Edizioni del Cerro - Pisa.

https://www.unilibro.it/libro/beretta-giovanni/disfunzioni-sessuali-maschili-guida-scoperta-cause-terapie/872551

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test