Utente 443XXX
Buon giorno, vorrei avere dei chiarimenti che in ospedale non ho avuto riguardo una serie di problematiche post cesareo. Ho subito un cesareo d'urgenza 20 gg fa.durante l'operazione non so cosa sia successo perché ho solo dei flash tra i quali ricordo la voce dell anestesista che dice a nn so chi "qui ho una paziente tachicardica in ipossia" per il resto nn ho memoria. Premetto che sono uscita dalla sala.op.alle 430 e alle 8 ero già in piedi che riordinato la stanza,quindi mi sentivo bene. Dopo qualche ora ho avuto una forte emorragia che mi ha sporcata da metà schiena fino a dietro le ginocchia,poco dopo i reni hanno smesso di funzionare, in 24 H ho riempito la sacca del catetere con 80 ml di urina somigliante a succo di frutta all' albicocca sia per colore che per consistenza. Mi hanno praticato 6 lavaggi vescicali e fatto per flebo 4,5 l di soluzione salina ma nn sembrava funzionare.dopo 48 ore finalmente ho urinato normalmente, ma è subentrato poi un difetto di coagulazione.l'utero si è riempito di grossi coaguli uno grande come la testa di un neonato che occludeva la cervice.mi hanno somministrato un farmaco per espellere tutto questo e dopo qualche ora ho dato via la maggior parte dei coaguli,ma ne restavano altri meno preoccupanti.da li ho cominciato con una cefalea mai vista,credevo di morire ,vista ridotta come se guardassi dentro una scatola.nn potevo muovere la testa debolezza incredibile ecc.Mi hanno poi detto che la mia emoglobina era a livelli allarmanti ( sotto i 5) così ho dovuto fare 3 sacche di sangue che però hanno alzato i livelli a non più di 7 da lì flebo di ferro(3 al giorno per 2 gg)Al momento della dimissione avevo 2 flebiti grandi come un mandarini a entrambi gli avambracci e mi hanno prescritto un gel antitrombotico in associazione all' eparina, che già facevo,per un mese a seguire.Ora mi chiedo,cosa può essere successo?Ho letto su internet che potrebbe esserci stata un'ischemia transitoria durante l'operazione ma a me non è stato spiegato nulla In più credo abbiano usato il forcipe su mio figlio dato che è nato con un grosso ematoma occipitale e la testa era visibilmente storta da un lato ma loro hanno negato

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
purtroppo dal suo racconto è molto difficile capire cosa sia successo con il suo parto.
Lei parla nel titolo di cesareo d'urgenza ma alla fine anche di forcipe che in questo caso non collimerebbe con la modalità ostetrica adottata. Forse si è provato prima ad effettuare un parto per vie naturali?
Poi non conosciamo l'indicazione ginecologica per l'esecuzione di un taglio cesareo. Ci deve essere una indicazione ben precisa che è contenuta nella sua cartella clinica. Inoltre lei titola con anestesia spinale anche se dal racconto emerge la totale amnesia per l'evento. Come se poi fosse stata addormentata e quindi fatta una anestesia generale o quanto meno una profonda sedazione (perchè?).
Posso chiederle come mai dopo un intervento così lei era già in piedi dopo solo tre ore a "riordinare la stanza" ?! Strano che le abbiano dato questa possibilità di alzarsi dal letto.
Sicuramente dal suo racconto emerge anche la complicanza di una emorragia post partum che comunque è stata ben controllata e risolta. Cioè problematiche che con l'anestesia in genere e quindi con questa sezione non mi sembrano avere nulla a che vedere.
Potremmo andare avanti ancora ma sostanzialmente la semplice descrizione dei fatti ha il rischio, non poco importante, di dare delle false e poco professionali interpretazioni dell' intero accaduto.
L'unica vera certezza sta solo nel diario della sua cartella clinica e del cartellino anestesiologico. Per cui tutti i dubbi possono essere forse chiariti solo richiedendo copia della sua cartella e solo dopo una sua attenta lettura, con l'aiuto di un consulente di parte magari o anche con noi, si potrà valutare l'evento nella sua interezza e precisione.
Cordialità
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente 443XXX

Purtroppo ho dovuto tagliare alcune parti perche il testo risultava essere troppo lungo. Quindi preciso alcune cose, sarebbe dovuto essere in t.c.programmato per precedenti t.c. ma sono entrata in travaglio prima del tempo.per quanto riguarda la sedazione ho effettuato una anestesia spinale ,ho chiesto se mi avessero sedata ma hanno risposto di no ed è per questo che vorrei capire il perché della mia semi incoscienza durante l operazione ed è per questo che sono preoccupata che sia successo qualcosa(ischemia e/o altro) che non mi hanno detto(ma poi perché omettere?) Per quanto riguarda l' essere stata in grado di alzarmi così presto ,beh mi hanno sgridata è rimandata a letto...Ed è lì che poi ho avuto la emorragia di cui parlo. Per il forcipe invece è una mia curiosità...Dato che appunto il bimbo è nato con questo ematoma e testina storta in taglio cesareo...Strano no? Mi chiedevo se fosse possibile l'uso di forcipe o ventosa anche per i T.. C. Cmq ringrazio,e provvederò a richiedere la copia della cartella clinica..

[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
No, per il TC non è previsto l'uso di quella strumentazione. Forse ha avuto un calo pressorio importante poco dopo la spinale e ha risentito di quello dal punto di vista dello stesso coscienza.
Comunque nulla che riguardi il nascituro. Non mi è chiaro se il bimbo avuto qualche danno permanente o comunque di una certa importanza a parte quel problema alla nascita che dovrebbe essersi risolto (?).
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO