Utente 328XXX
Salve, sono un ragazzo di 25 anni che soffre da tanti anni di extrasistoli sopraventricolari condotte con aberranza, nell'ultimo periodo sono diventate quasi croniche e bigemine, quindi mi sottoporrò fra 5 giorni a esame elettrofisiologico transcatetere...

Leggendo un po ovunque si parla davvero di un esame terribile, e che quindi mi da molta preoccupazione, l'equip di medici che mi ha chiamato mi ha comunicato che mi verrà fatta una sedazione semicoscente...

Mi chiedevo in cosa consistesse, se in questo stato si percepisca comunque la paura e l'ansia...

Ho il terrore che mi trovino qualcosa di brutto e la paura è ancor più accesa dall'invasività dello studio...

Potrei sapere in linea generale come potrei sentirmi con anestesia semicoscente?

Grazie...

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Uno studio elettrofisiologico per un'extrasistolia sopraventricolare non ha indicazione....in sedazione poi...
si fa normalmente solo in anestesia locale...
Francamente non comprendo quello che le è stato proposto.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 328XXX

Salve, la ringrazio per la risposta, il dottore che mi ha consigliato lo studio è Leonardo Calò, che a parere di molti altri medici è una persona che potremmo dire non di primo pelo in questi casi.

Ad ogni modo, la mia bigemia non mi permette una vita normale, e i farmaci non hanno avuto successo.

In più, sono una persona estremamente ansiosa ed ho richiesto una sedazione per fobia dello studio.

Pertanto mi chiedevo se potesse darmi risposta sull'utilizzo della sedazione, che mi hanno comunicato sarà la sedazione semi-cosciente.
Potrei sapere cosa dovermi aspettare da questo?
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
A questo punto credo proprio che lei sarà sottoposto a una procedura di ablazione transcatetere. Conosco l'operatore e le dico che è in ottime mani. Per la sedazione non c'è nulla di cui preoccuparsi. Lei è un soggetto ansioso e questo alimenta paure irrazionali.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica