Utente 472XXX
Buonasera,
soffro di extrasistole ventricolari (penultimo holter 24 h riportava 18 mila bev con lunghi tratti di bigeminismo). Eco è nella norma,da test da sforzo (fatto mentre assumevo b bloccante) si evince che non si cancellano sotto sforzo ma neppure peggiorano. Ho cambiato vari farmaci (atenololo,flecainide,sotalolo) senza successo. L'unico che è riuscito a far migliorare situazione (da 18 mila a 10 mila) è metaprololo.Mi è stata suggerita ablazione.Cosa ne pensate?Sono pericolose queste extrasistole?è consigliabile fare intervento?e se anche ablazione non dovesse funzionare?quali alternative ho?

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Non è necessariamente il numero di extrasistoli che impone il trattamento, ma una serie di criteri che non emergono da quanto riporta. Se il suo cuore è ecocardiograficamente sano, se lei non è sintomatico, se le caratteristiche intrinseche delle extrasistoli non "vestono" i panni di quelle pericolose, lei può non fare alcuna terapia e seguire un follow up con Holter ECG ed ecocardiogramma una volta all'anno. Diversamente l'ablazione è una valida alternativa perchè i farmaci spesso non danno buoni risultati, ma ripeto solo se ci sono indicazioni a eseguire un loro trattamento.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 472XXX

Il cuore è ecograficamente sano ed io non ho nessun sintomo peró non si azzerano con lo sforzo.ho scoperto il tutto per caso perché non avverto nulla.mi è stato detto che dal quadro fatto non sembrano pericolose ma che parlando di più di 10 mila al giorno (nel penultimo holter erano 18 mila),il cuore potrebbe risentirne a lungo andare e mi è stata vivamente consigliata l ablazione come soluzione definitiva e per eliminare farmaci anche in previsione di una possibile eventuale futura gravidanza.

[#3] dopo  
Utente 472XXX

Altra cosa che mi piacerebbe capire è :quali potrebbero essere le cause,se è possibile che il tutto si risolva da solo, se possono dipendere da allergie alimentari,non riesco a darmi pace,non riesco a capire perché mi siano venute.sette anni fa avevo avuto episodi di tachicardia ed a seguito di vari controlli nessuno aveva mai parlato di extrasistole.non riesco a farmene una ragione. Sono giù di morale,non so se fare o meno l ablazione e prendo farmaci due volte al giorno alla mia età.

[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Guardi, le ho già risposto, ma vedo che lei non fa propri i consigli elargiti. Non si curano i problemi che verranno, perchè non è assolutamente detto che il suo cuore risentirà del numero di extrasistoli riscontrate. Se mai dovesse succedere (e per questo ho consigliato Holter ed Eco una volta all'anno) si effettuerà l'ablazione (che comunque non garantisce il risultato). La mancata soppressione delle extrasistoli durante sforzo non significa nulla (tenga presente che contrariamente a quanto comunemente ritenuto che le extra indotte dallo sforzo sono pericolose, cosa veritiera se parliamo di extra legate a ischemia miocardica e non è suo il caso, emerge dalla letteratura invece che in casi differenti siano più pericolose quelle che compaiono in fase di recupero post stress fisico). La sua asintomaticità deve tranquillizzarla.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#5] dopo  
Utente 472XXX

La ringrazio molto. Non mi permetterei mai di non far proprio quanto elargito ma semplicemente ripropongo quanto mi viene indicato dal cardiologo. Ho riletto risultato test da sforzo per capire se c'erano indicazioni sulla fase di recupero (alla luce di quanto lei ha affermato) e dice anche: al carico testato non si documentano alterazioni significative del tratto ST T rispetto al tracciato basale.bev isolati che non si cancellano sotto sforzo. due coppie ventricolari nel primo recupero.
Dovrò ripetere holter nei prossimi mesi, se non disturbo la terrò aggiornato. Mi è stata prescritta anche risonanza.

[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
La RMN ha un razionale solo in base al sito di origine delle extrasistoli e comunque va fatta in assenza di extrasistolia altrimenti il risultato non ha alcun valore.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#7] dopo  
Utente 472XXX

Buonasera dottore, sono un po' preoccupata. Dopo anni di inattività (se non camminate) ho deciso di fare palestra. Sono due settimane che sto facendo allenamento muscolare,cyclette,tapis roulant per circa un'ora e mezza due volte in settimana. Come sempre non ho alcun sintomo però, alla sera dopo allenamento, sentendo il polso, credo di avere molte più extrasistole del solito. Volevo sapere se è il caso di interrompere la palestra o se, con l allenamento, magari extrasistole possono migliorare. Ringrazio anticipatamente