Utente 186XXX
Salve,
scrivo con i dati di mio figlio. Sono una signora di sessantatré i in terapia con Micardis 40+Lobivon 1,25 e Seacor 1000. Avrei bisogno gentilmente di tre pareri di un cardiologo:
Le mie domande sono:

1) In caso di aumento pressorio (massima a 180) come mi è capitato due volte in sei anni che sono in terapia con i farmaci citati, il Nifedicor gocce può andare bene o potrei assumere la compressa Adalat sempre Nifedipina ma forse più comoda delle gocce sublinguali ?

2) In caso di sintomi di infarto in attesa dell'arrivo dell'ambulanza come farmaci salvavita da tenere in caso e assumere al bisogno va bene l'Aspirina 500?

3)Da ieri mattina che ho forte dolore a un dente, ho preso la tachipirina 1000 ma il dolore persiste e Brufen mi ha alzato la PA due anni fa che lo assunto. Cortesemente che farmaco antidolorifico posso assumere dato che sono affetta da ipertensione arteriosa ?

Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La cosa sia di Micardis che di nebivololo sono sostanzialmente pediatriche.
La nifedipina sublinguale ha un effetto transitorio e non privo di richiedere, era molto di moda ora invece si preferisce l assunzione gastrica.

Dato che l' arrivo dell ambulanza é solitamente di pochi minuti l assunzione di aspirina in caso di dolore non ha senso dal momento che prima che venga assorbita e metabolizzata lei sarebbe già in pronto soccorso

Arrivederci,
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 186XXX

Egregio Dottor Cecchini,
La ringrazio per le indicazioni e la risposta tempestiva. Inizialmente il cardiologo mi aveva prescritto il Micardis da 80 ma mi abbassava troppo la PA allora ha ritenuto opportuno ridurlo a 40mg. Per ora la pressione si mantiene su valori accettabili (120/130 la massima e 70/80 la minima).
1)Per la prima domanda quindi se si alza la pressione può andare bene Adalat in compresse da tenere in casa al bisogno al posto del Nifedicor gocce ?

2)In caso di sintomi di infarto in alternativa all'aspirina c'è qualche farmaco da prendere o meglio non prendere nulla? Il medico di medicina generale mi indicava il Carvasin 5mg sublinguale.

Distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L Adalat in corso andrebbe assunto costantemente anche a piccole dosi assieme al sartano.

Può tenere a portata di mano il Carvasin o lamTrinitrina o meglio la nitro glicerina spray in caso di dolorele, avendo cura, se la usasse , di non usarla mai in piedi la prima volta perché può ridurre drasticamente i valori pressori

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 186XXX

Va bene Dottor Cecchini, valuterò di aggiungere anche Adalat a piccole dose alla mia terapia e in caso di dolore di assumere la nitro glicerina in spray ovviamente sdraiata sul letto.
Due ultime domande e non la disturbo:
1)per il dolore del dente come antidolorifico che posso prendere ?

2)Come prevenzione di ictus e infarti data anche la mia obesità e ipertensione arteriosa Lei crede che la cardioaspirina 100mg posso assumerla o ci sono altri farmaci migliori gravati da meno effetti collaterali come lesioni gastrointestinali del acido ac.salicilico ?

Grazie

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Fusetti

24% attività
0% attualità
16% socialità
SAVONA (SV)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
La terapia per la pressione arteriosa deve essere il risultato di scelte precise non casuali e non estemporanee ed ha come obiettivo di raggiungere il minimo sbalzo pressorio. Diversa è la terapia per la cardiopatia ischemica e se necessario deve integrarsi con la terapia per l'ipertensione arteriosa. Ancora un altro aspetto è quello della terapia per ragioni odontoiatriche. Occorre senz'altro che la sintesi clinica terapeutica sia conseguente ad una visita medica con paziente presente.

[#6] dopo  
Utente 186XXX

Salve dottor Fusetti,
Io sono in terapia per l ipertensione con Micardis 40 e Lobivon 1,25 e il dottor Cecchini mi ha consigliato di assumere piccole dosi di Nifedipina-Adalat per un miglior controllo pressorio.
Volevo sapere se la Cardioaspina e utile per prevenire infarti ed ictus e semmai per l antidolorifico domani contatto il mio cardiologo.

Cordialità

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
nessuna terapia deve essere improvvisata, specie quando si parla di cuore.
I consigli che le ha dato il collega Cecchini sono consigli telematici e li prenda come tali.
Non le ha prescritto una terapia ma ha detto cose molto sagge: è evidente che nonostante la terapia, lei ha dei picchi ipertensivi: ciò significa che la sua terapia non è "modellata" sulla sua ipertensione.
Condivido pienamente l'invito a non usare il Nifedicor sublinguale: le possibilità sono due:
- che non le faccia nulla a livello pressorio e la tachicardizzi molto, facendola agitare ancora di più
- Che le provochi un brusco calo, se sovradosato, della P.A., non sempre privo di conseguenze.
La Nitroglicerina assunta per spray nasale in posizione clinostatica è più sicura perchè riduce il preload (precarico), quindi la gittata e ha minore influenza sulla frequenza.
Così abbassa la pressione senza farla precipitare e soprattutto vasodilata il circolo coronarico senza fenomeni di furto.
Che poi la terapia di base della ipertensione sia ancora oggi una paziente ricerca per ogni soggetto iperteso è scontato.
La Cardioaspirin in prevenzione primaria ha delle specifiche indicazioni: che vanno valutate per ogni soggetto.
E' bene che lei valuti anche il pattern lipidico e se ha ipercolesterolemia assuma anche una statina: farmaco salvavita che ha definitivamente dimostrato di ridurre morbilità e mortalità cardio - cerebrovascolare del 30% - 28% rispettivamente che è una percentuale di tutto rispetto.
Infine sarebbe molto utile, proprio perchè la cura della ipertensione deve essere il portato di scelte ponderate e non estemporanee, che lei eseguisse un ABPM (Holter pressorio/24h) per verificare in una giornata quanto si discosti dal valore raccomandato la sua P.A.
Diversamente, parliamo dell'aria fritta, cara signora.
Porga queste riflessioni al suo Cardiologo e se vorrà faccia sapere.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
ERRATA CORRIGE: La Nitroglicerina Spray si assume per via sublinguale.
Perdoni la svista.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#9] dopo  
Utente 186XXX

Gentile Dottor Caldarola,
buongiorno e grazie tante per le Sue indicazioni. Tra una settimana ho appuntamento dal Cardiologo per la visita annuale e sicuramente porrò le riflessioni da Voi gentilmente indicatemi anche se è necessaria la cardioaspirina.
La terapia antipertensiva funziona ho avuto solamente due picchi pressori (massima a 180) due anni fa e sei mesi fa ma dovuti ad ansia e preoccupazioni. Valuterò con il cardiologo se come suggerito dal Dottor Cecchini di aggiungere piccole dosi di Adalat per un maggior controllo pressorio.
A me interessava sapere cortesemente 1) che farmaci in caso di infarto per emergenza posso tenere a casa e mi ha indicato Carvasin o nitroglicerina spray e
2) in caso di rialzo pressorio posso prendere Adalat compresse al posto del Nifedicor se ricapita un aumento della PA è corretto ?
Per ciò che concerne le statine Lei crede che le debbo assumere anche se i valori del COLESTEROLO sono nella norma (COLESTEROLO TOTALE 181, HDL 38,6, LDL 64 e TRIGLICERIDI 392 ed assumo il Seacor 1000).

La saluto con stima.

[#10] dopo  
Utente 186XXX

Si figuri per l'errore e già tanto il tempo dedicatomi gratuitamente anzi ringrazio Lei e i dottori intervenuti.
Riformulo le mie tre domande cosi è più chiaro:

DOMANDA 1) In caso di aumento pressorio se capita assumo Adalat compresse al posto del Nifedicor gocce ?

DOMANDA 2) In caso di sospetto o infarto con dolore come riferito dal dr Cecchini utilizzo il Carvasin o Nitroglicerina spay?

DOMANDA 3) Ho bisogno delle statine come prevenzione nonostante il colesterolo è nella norma ?

Cordialità

[#11] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Signora per punti:
- se lei non fa un Holter Pressorio/24h non possiamo dire che la sua pressione sia ben controllata ed a target tutta la giornata.
Inoltre non possiamo verificare se ci sia la fisiologica caduta notturna.
-Lei ha una importante ipertrigliceridemia: ricordo di aver risposto a sua figlia sul potenziale oncogeno dei sartani e ricordo che lei è sovrappeso: è importante che mangi di meno e faccia una passeggiata di almeno un'ora al giorno a passo svelto: i trigliceridi risentono molto della dieta e del movimento.
-Per quanto attiene alla statina: oggi il suo valore nel controllo della colesterolemia deve essere embricato con la sua potente capacità protettiva dell'"organo" endoteliale: la statina abbassa la HSPCR, riduce lo spessore intimale e blocca la proliferazione delle cellule endoteliali, primum movens nel meccanismo di aterogenesi specie nei distretti ad alta perfusione. Si può assumere una statina anche con valori di colesterolo come i suoi.
- E' necessario che lei esegua un color doppler dei TSA proprio per verificare se ci sono placche atromasiche o aumento degli spessori intimali carotidei ed anche un ecocolrdoppler cardiaco per verificare la funzionalità e lo spessore delle pareti del suo Ventricolo sn.
-Se le venisse un infarto la migliore cosa è chiamare il 118 e aspettare senza allarmarsi l'ambulanza: non vi sono presidi che realmente possono diminuire la mortalità (che spesso è determinata da instabilità elettrica) che si possano tenere a casa. L'aspirina (325 mg) è stata in auge ma la sua importanza è controversa: come le ha detto il Collega Cecchini arriva prima lei in Ospedale che la aspirina in circolo a bloccare la ciclossigenasi piastrinica. Più utile è senz'altro tenere a portata di mano un Defibrillatore semiautomatico il cui uso deve essere ben conosciuto da familiari, assistenti e amici.
-Se vuole togliersi il dubbio di avere una cattiva perfusione coronarica, nel suo caso è indicatissima una banale scintigrafia perfusionale cardiaca a riposo e sotto stress test farmacologico.
Se tutto è in regola l'infarto è evenienza assai inverosimile.
-In caso di rialzo pressorio le ho già detto che una spruzzata di nitroglicerina sotto la lingua mentre lei è sdraiata agevola il lavoro del VSn, abbassa la pressione senza farla crollare: nel frattempo sarà arrivata l'ambulanza che la porterà in P.S. per il trattamento necessario.Non ho mai usato in 20 anni la Nifedipina sublinguale: non serve a nulla o serve troppo: c'è gente che ha perso la vista per scarsa perfusione dell'encefalo a livello della corteccia occipitale.
Non lo dice nessuno....glielo dico io. Sono stato in Ipertensivologia e il Direttore era categorico nell'imporre di non usarla.
Mi pare di averle detto summa capite il necessario: ora spetta al suo cardiologo, che la conosce meglio di tutti, decidere sul da farsi.
Ci faccia sapere se vorrà.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#12] dopo  
Utente 186XXX

Gent.mo Dottor Caldarola,
La ringrazio nuovamente per le Sue preziose indicazioni e le faccio i complimenti perché dalle Sue risposte si evince una grande serietà ed umanità.
Parlerò con il cardiologo curante per ciò che concerne la cardioaspirina e le statine e sostituisco il Nifedicor con la nitroglicerina spray. Mi sottoporrò ad holter pressorio e semmai anche allo stress test farmacologico. Eseguo annualmente l'elettrocardiogramma e l'ecocardiogramma cosa che farò a breve. L'esame color doppler l'ho già sostenuto ed è tutto nella norma. Si mio figlio l'aveva scritto e ha avuto rassicurazioni sul farmaco sartano che assumo.
Le faccio sapere fine mese il parere del mio cardiologo.
Cari saluti

[#13] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A presto!
Dott. Caldarola!
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#14] dopo  
Utente 186XXX

Va bene Dottor Caldarola, fine mese le faccio sapere in merito che mi ha riferito il mio cardiologo, grazie per la disponibilità.
Un ultima informazione:
sto seguendo una dieta prescritta da un medico dietologo in ospedale e da un mese mi sono segnata in palestra devo perdere dieci kg. Un istruttore mi ha consigliato un aminoacido (Glutammina) per il sistema immunitario e per favorire il recupero.
Cosa ne pensa di questo integratore e in alternativa cosa posso assumere come alimenti o bevande dopo la palestra ?

Cordialità

[#15] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
e che a servirebbe nel suo caso la glutammina?
La faccia prendere all'istruttore.
Piuttosto a che le serve la palestra? Vada a farsi una passeggita quotidiana di un'ora a passo svelto: è l'attività più utile per il suo cuore. Eviti invece accuratamente le attività isometriche.
Saluti Cari,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#16] dopo  
Utente 186XXX

Caro Dottor Caldarola,
grazie per il riscontro. Volevo provare un mese in palestra perché e gratuita ma sinceramente seguo il Suo consiglio con una bella camminata di un ora al giorno e non prenderò allora la glutammina.
Fine mese le dico cosa ha detto il cardiologo.
Questa mattina prima di andare a lavoro sono andata in ambulatorio dal mio medico di base dato che ieri avevo delle vertigini il quale mi ha misurato la pressione (145/85) e mi ha consigliato di proseguire con Micardis da 40mg ma di aumentare il Lobivon a 2,5.
Cosa ne pensa ?

Cordiali saluti

[#17] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Cara signora,
penso che debba fare l'Holter pressorio piuttosto che continuare con dosi inadeguate di un beta bloccante.
La scelta della passeggiata è senz'altro più salutare di esercizi fatti nell'aria stantia di una palestra.
Cari saluti e a presto,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#18] dopo  
Utente 186XXX

Va bene, allora prenoto un Holter pressorio.
Cordiali saluti e buon lavoro.

[#19] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A presto!
Cordialità,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#20] dopo  
Utente 186XXX

Gentile dr Caldarola,
Sono la signora che l'ha scritto scorsa settimana per l ipertensione e avrei bisogno cortesemente di un Suo consiglio questa volta per mio figlio di anni ventotto.
Ha forti dolori alla schiena zona lombare.
Muscoril o Aspirina dolore e infiammazione può andare bene, quale consiglia dato che con la pomata Voltaren ha risolto poco.

Cordialità

[#21] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
personalmente uso raramente il muscoril dato che clinicamente offre pochi vantaggi.
Un antiinfiammatorio ben tollerato e maneggevole è l'Ibuprofene, da 600 mg, che può essere anche assunto in dose complessiva giornaliera di 1800 mg.
Se non sortisca effetto si può ricorrere ad una associazione di Codeina+Paracetamolo, ovviamente per pochi giorni.
Ma di tutto questo deve parlare con il suo medico curante perchè noi non possiamo fare prescrizioni telematiche e perchè va compreso per quale motivo suo figlio abbia una lombalgia, iniziando con l'eseguire una RX del tratto Lombo - Sacrale in proiezione AP e LL.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#22] dopo  
Utente 186XXX

Va bene dottore, può prendere anche Brufen che lo ha preso altre volte poi semmai come ha detto Lei può sentire il medico per la prescrizione del farmaco dopo la visita se riesce a passare in ambulatorio.
Tra due giorni vado dal mio cardiologo e se non disturbo le faccio sapere sulla mia situazione.

Cordiali saluti

[#23] dopo  
Utente 186XXX

Mio figlio ha contattato adesso il suo medico curante e gli ha prescritto telefonicamente il Tachifene 500 paracetamolo-ibuprofene, crede possa andare bene ?

Grazie.

[#24] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Perfetto.
A presto.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#25] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Tanto vale che prenda l'Efferalgan da 1000.
Il Tachifene al più va bene per il mal di denti leggero.
Ma se l'ha prescritto il medico, nulla quaestio!
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#26] dopo  
Utente 186XXX

Va bene, a presto..
Cordiali saluti e Buon lavoro.

[#27] dopo  
Utente 186XXX

Gent.mo Dr. Caldarola,
buonasera e scusi il disturbo. Volevo informarLa come da accordi che oggi pm sono stata dal cardiologo il quale mi ha riferito che l'elettro-eco cardiogramma è tutto nella norma come anche le carotidi e mi ha aumentato il Micardis a 80mg e lasciato il Lobivon a 1,25 dato che la frequenza è regolare . Per ciò che concerne la Cardioaspirina è utile solo come prevenzione secondaria e non primaria solo nei soggetti che hanno avuto un episodio di infarto. Leggevo un articolo del primario di cardiologia del Pol.Gemelli il Prof. FC il quale anche Lui sostiene che questo farmaco è inutile ad oggi come prevenzione primaria poi come spesso accade ci sono pareri diversi tra medici.
In caso di crisi pressoria Lui è del parere che devo assumere Adalat in compresse o prendere Nifedicor gocce sublinguali quindi la Nifedipina, per l' holter pressorio posso farlo ma non c'è una necessità imminente.

Che parere ha in merito ?
Cordialità

[#28] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
quello che le ho già scritto sull'Adalat e sul Nifedicor.
In quanto alla Aspirina in prevenzione primaria mi pare che sia un discorso che non è stato fatto e comunque è oggetto di opinioni contrastanti.
Abbiamo parlato di Statina in prevenzione primaria: forse il suo cardiologo contesta anche questa affermazione?
In quanto alla ridicola dose di 1,25 mg di Lobivon forse è meglio sospenderlo del tutto.
Ma segua il suo cardiologo: del resto conosce sua madre molto meglio di me.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#29] dopo  
Utente 186XXX

Gent.mo Dr. Caldarola,
La ringrazio nuovamente per il riscontro in merito al quesito di mia madre. Il Cardiologo in merito alle statine e del parere che se i valori del colesterolo sono nella norma (colesterolo totale 181, HDL 38,6, LDL 64) non ha senso iniziare ad oggi una terapia con statine dato che mia madre assume anche il Seacor 1000 per i trigliceridi è importante perdere peso, camminare un ora al giorno, proseguire con la dieta e se nonostante vengano seguite queste regole il colesterolo aumenta allora gli ha indicato il Torvast.
Per la cardioaspirina non c’è necessità per ora farebbe più danni allo stomaco essendo gastrolesiva e non benefici nel suo caso ed è più utile per coloro che hanno già subito un infarto.
Per la questione del nifedicor lo specialista pensa che in caso di crisi ipertensiva deve prendere questo farmaco ma su questo punto abbiamo seguito il Suo consiglio nel senso che mia madre due giorni fa ha preso la nitroglicerina spray da tenere in casa al bisogno.
Sinceramente non sono d’accordo con il dottor Cecchini solo in merito alla dose pediatrica dei farmaci ( Micardis 40-Lobivon 1,25) perché il telmisartan e la dose media da 40 altrimenti secondo il Suo ragionamento tutti dovremmo assumere sempre la dose più alta forse sul nebivololo si avete ragione entrambi si potrebbe aumentare a 2,5 ma la frequenza ieri era buona.
Cordiali saluti

[#30] dopo  
Utente 186XXX

Il Dottor Cecchini al primo consulto di mia madre gli indicava in caso di dolore-sospetto infarto il Carvasin o meglio la Nitroglicerina spray ma non per l'aumento pressorio e in caso di crisi ipertensiva alla nifedipina sub linguale oggi si preferisce l'assunzione gastrica cosi ha risposto si riferiva ad adalat compresse credo perché il principio e sempre la nifedipina del nifedicor.
Quindi la nitroglicerina spray va bene anche in caso di crisi ipertensiva ?

Grazie. Cordiali saluti

[#31] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Signora cara,
io rispondo di quello che scrivo io, che è il frutto del mio pensiero e del mio sapere.
Anche perchè il prof. Cecchini non ha certo bisogno che lo difenda io.
Lei continua a parlare di aspirina: mi vuole cortesemente indicare dove nel consulto ho consigliato che sua madre venga disaggregata con aspirina? Io ho scritto testualmente:
"La Cardioaspirin in prevenzione primaria ha delle specifiche indicazioni: che vanno valutate per ogni soggetto".
Non ho scritto sarebbe opportuno che sua madre prendesse la cardioaspirin!
Per quanto riguarda la Statina:
"E' bene che lei valuti anche il pattern lipidico e se ha ipercolesterolemia assuma anche una statina: farmaco salvavita che ha definitivamente dimostrato di ridurre morbilità e mortalità cardio - cerebrovascolare del 30% - 28% rispettivamente che è una percentuale di tutto rispetto". Mi pare che lo scritto non si presti a fraintendimenti.
Nei consigli per punti in replica #11, che la invito a rileggere con attenzione, ho affermato:
"Per quanto attiene alla statina: oggi il suo valore nel controllo della colesterolemia deve essere embricato con la sua potente capacità protettiva dell'"organo" endoteliale: la statina abbassa la HSPCR, riduce lo spessore intimale e blocca la proliferazione delle cellule endoteliali, primum movens nel meccanismo di aterogenesi specie nei distretti ad alta perfusione. Si può assumere una statina anche con valori di colesterolo come i suoi." Questo non lo dico io lo dicono le più grandi associazioni internazionali di Cardiologia e Ipetensivologia.
Sulla Nifedipina (Adalat capsule o Nifedicor gocce) le ho già detto che cosa penso: non mi pare il caso di ripetere reiteratamente concetti già espressi e di facile rilettura attenta..
Anche sulla Nitroglicerina spray sublinguale sono stato molto chiaro.
E' ovvio che il suo cardiologo ha le sue idee che io posso non condividere nello stesso modo in cui lui non condivide le mie: ma poichè sua madre io non la posso curare telematicamente e la stessa ha bisogno di un cardiologo in carne ed ossa le consiglio di seguire le indicazioni del cardiologo che l'ha visitata.
Ciò senza alcun astio nè risentimento: è solo una questione di buon senso, di senso pratico.
A proposito di senso pratico: la sua pressione è a target di 120/70mmhg o stiamo parlando del sesso degli angeli mentre i Turchi stanno per Espugnare Costantinopoli?
Carissimi saluti !
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#32] dopo  
Utente 186XXX

Gent.mo Dr. Caldarola,
la mia non era un polemica nei confronti del Dottor Cecchini, ho solo espresso il mio parere che non condivido che il Micardis sia pediatrico a 40mg semmai lo è a 20 e penso che togliere il Lobivon e prenderlo a 1,25 non sia la stessa cose c’è una bella differenza anche alla dose minima un farmaco ha sempre effetti, cosi mi ha risposto il cardiologo su questa questione della dose. Io sto riportando le sue parole in merito alla visita di ieri.
Sulla cardioaspirina non l’ha consigliata Lei,non ho detto questo ma per ora non serve, sul nifedicor abbiamo seguito il Suo consiglio e preso la nitroglicerina spray e se c’è un aumento del colesterolo o rimane cosi valuteremo senza altro le statine.
Si la PA ha ragione dovrebbe stare sui 120/70 mentre ultimamente oscilla sui 140/80 e lo specialista ha ritenuto opportuno ad oggi di aumentare la dose del telmisartan a 80 ed eseguire un holter pressorio. Proseguo con Micardis 80+Lobivon 1,25 con la speranza che raggiunga valori normali
Io la ringrazio dottore per la Sua disponibilità, per il tempo dedicatomi e le porgo un cordiale saluto.