Utente
Buonasera,sono di nuovo qui a scrivere per un episodio che oggi mi ha scioccato molto!Ho circa una volta al mese degli attacchi di tachicardia con picchi pressorii e mi hanno sempre detto al pronto soccorso di trattarsi di forme ansiose(attacchi di panico).In parte potrei essere d'accordo!Ma veniamo dunque ora a quello che mi è accaduto questo pomeriggio.Ero in palestra con un amico e stavamo facendo un po' di tapis roulant ad una velocità di circa 6/7kmh (quindi con minimo sforzo) preceduto da 20 minuti di ciclette a sforzo moderato.Non ho mai fatto pesi,primo perché non mi interessa avere il muscolo secondo perché so che non fa molto bene.Comunque mentre camminavo si avvertivo il battito che era a circa 120bpm ma non ci davo tanta importanza(ho una forte ipocondria specialmente sulla questione cuore ecc.)quando ad un certo punto forse il caldo,forse il fatto che erroneamente ho saltato il pranzo e non da meno visto che era solo il mio terzo giorno di palestra,ho sentito vicino al petto sinistro un dolori,di tipo trafittivo molto lieve .a quel punto mi sono fermato e mi sono seduto.dopo 5 minuti dopo essermi ripreso dal lieve dolore è parzialmente dalla tachicardia dovuta all'allenamento decido di andarmi a bere un po' di acqua nello spogliatoio decidendo di sedermi per un po'.Ma da ipocondriaco quale sono,nonché ansioso ,sono andato a vedere su internet il limite per una persona di battiti per minuto e delle morti improvvise dei giovani nello sport.beh l'avessi mai fatto,ricomincia la tachicardia come se avessi appena finito la ciclette e cominciano ange i primi sintomi:agitazione palpitazioni che sembrano essere sempre più veloci ,senso di mancamento ,fame d'aria ,tremolio mani,panico,paura di fare una brutta figura nel caso svenissi e paura che nessuno mi aiuti,bocca secca senzazione di cuore che batte forte sul petto e lievi fischi nelle orecchie.Mi precipito insieme al mio amico all'ospedale dove mi accolgono facendomi un ecg e misurandomi la pressione: risultato pressione 134 su 94 battiti 115/120 (quando mi era iniziato l'attacco dopo 5 minuti grazie agli un misuratore testato da me in modo affidabile mi indicava una frequenza di 170bpm,appena entrato in ospedale mi sono calmato perché ho pensato che qui sono al sicuro).analisi del sangue perfette.mi fanno un gastroprotettore endovena e 20 gocce di valium.in meno di mezz'ora ero come nuovo.Bene allora io mi chiedo siccome sono stanco di vivere in un modo pieno di paure per qualcosa che potrei avere ma ancora non so di avere cosa devo fare per essere sicuro..scusatemi ma sono veramente distrutto da questa cosa.ho 20 anni e in 4 mesi sono stato 10 volte al pa per questa cosa.non bevo non fumo non uso sostanze ecco l'unica cosa vengo da un periodo lungo di fisico fermo allettato ,magari avendo adesso perso tutti i muscoli facendo sforzi il mio cuore si affatica.boh ,comunque ho fatto l'eco 2 mesi fa ed era normale.cosa potrebbe essere?grazie mille!ps sono agitato anche solo a parleare di questo

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Beh lei ha decritto perfettamente un attacco di ansia generalizzata.
Se dovesse ripetersi ne parli con il suo medico per una eventuale terapia.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore la ringrazio per la velocità nella risposta...siccome altre volte mi è capitata la stessa cosa solo con sbalzi pressoti molto più alti (170/180) mi chiedevo se questo insieme ai battiti a 170 possono essere solo appartenenza psicologica??e anche vero però che se mi trovo in un posto sicuro mi sento un po' meglio senza assumere particolari farmaci.
Informandomi su internet ho letto di questa tachicardia ventricolare catecolaminergica,mi sembra che i sintomi siano simili...cosa ne pensa da ciò?grazie ancora
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ma non diciamo sciocchezze per cortesia
Smetta di andare su internet a cercare diagnosi strampalate

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Ma quindi nel caso mi capitassero altre volte cose simili cosa mi consiglia di fare ? Che altri esami devo svolgere visto che ho già fatto ecg ed eco?
E in tutte queste volte mi hanno sempre detto di avere tutto apposto. Solo una cosa strana c'è ed è che ho il cuore piccolo(di dimensione) secondo lei puo essere negativo?la ringrazio ancora per la gentilezza e pazienza!

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Cuore piccolo significa che funziona bene
Smetta di preoccuparsi
La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente
Ho capito,mi sento un po' più tranquillo ora.Un'ultima cosa ieri al pronto soccorso mentre ero in posizione eretta sentivo con le dita i battiti sul collo ed erano veramente molto veloci,ma quando mi piegavo in avanti tipo a 90 gradi questi di colpo si abbassavano consistentemente per poi riprendere quando mi rialzavo ?come mai?

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Ma lei a 221 anni non ha altro di meglio di palparsi la carotide e di mettersi a 90 gradi?

ma per cortesia...smettiamola con le cose ridicole.

Con questo la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente
Ha ragione e so che le sto facendo perdere del tempo su argomenti magari senza senso.
Secondo lei perché è successo quella cosa che se mi piegavo si abbassava il ritmo ?non la disturberò ancora.

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La frequenza varia di istante per istante in base a molti fattori tra i quali il ritorno venoso che cambia a seconda della posizione.

Con questo la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza