Utente 458XXX
Buona sera, sono un ragazzo di 21 anni, non faccio sport , ho smesso di usare la sigaretta elettronica da circa 2 settimane liberandomi completamente da ogni dipendenza. Scrivo in merito ad una serie di sintomi apparsi dopo un ablazione transcatetere (effettuata piu' o meno 6 mesi fa) per risolvere un problema di tachicardia da rientro nodale.
Convivo ormai ogni giorno con moltissime extrasistole inoltre basta un semplice movimento , anche alzarmi dalla sedia per far aumentare notevolmente il battito e provocarmi giramenti di testa...questi problemi mi hanno letteralmente affogato in una spirale di ansia e paure che sono scaturite poi in ulteriori sintomi quali dolori al torace e al braccio sinistro, sensazione di intorpidimento , percezione del battito in qualsiasi posizione ( riesco a vedere il cuore battere attraverso la pancia) , nodo persistente alla gola, sensazione di malessere generale , dolori allo pancia e conati di vomito. Ho sempre un pensiero fisso nella testa, la paura di un infarto
Quello che vorrei capire, è se sono le extrasistole ad alimentare la mia ansia o viceversa.
Inoltre stavo valutando se effettuare nuovamente diverse analisi...dopo 6 mesi da un ablazione è necessario?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il fatto che lei veda battere l'aorta (non il cuore) attraverso "la pancia" si chiama aortismo ed e' normale nelle persone magre come lei.
Se lei avverte extrasistoli dopo una ablazione ciò' e' perfettamente normale, ma programmi un Holter per sincerarsene

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza