Utente
Salve. Tre anni fa ho iniziano ad assumere la pillola della pressione(Tareg da 80) per un ipertensione che si aggirava sui 140-95 durante il giorno, in riposo 125-80 con un peso di 90 Kg. Dopo 1-2 mesi dall'assunzione sono aumentato di 10 Kg.Ho il dubbio che il mio medico curante mi abbia prescritto troppo presto la pillola della pressione(25 anni), e sarebbe stato meglio solo riguardarmi sull'alimentazione e fare attività fisica. In estate avevo sospeso la pillola di mia iniziativa e avevo perso circa 5 kg. Dopo l'estate ho fatto l'holter pressorio e la pressione era sempre sui 140-95 e per paura ho ripreso ad assumere il tareg. La mia alimentazione non è ipocalorica ma neanche eccessivamente ipercalorica da giustificare questo aumento di peso. Adesso peso 118 Kg e ancora oggi prendo Tareg da 80 mg.
La mia domande sono:
1) La pillola della pressione può far aumentare di peso o rallentare il metabolismo?.
2) Se la causa può essere il tareg posso sostituirlo con un altro farmaco o diminuire la dose?
3) La pillola della pressione può essere sospesa di colpo oppure è meglio sospenderla in modo graduale?
4) Con quali valori è consigliato prendere la pillola della pressione alla mia età?
5) Avendo iniziato un a cura farmacologica sono costretto a seguirla a vita?
Vi ringrazio per la vostra attenzione.

[#1]  
Dr. Mariano Rillo

52% attività
12% attualità
20% socialità
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Caro signore il peso ponderale e la terapia che osserva per la pressione non son o tra di loro correlati...anzi il peso eccessivo facilita l'insorgenza di ipertensione arteriosa. Effettivamente è un pò prematuro osservare una terapia antipertensiva anche perchè i valori sono appena sopra il limite e lei potrebbe rispondere a una buona dieta (ma seria e tale da farle perdere molti chili) e a un'adeguata attività fisica. Il fatto che assume il farmaco non significa che dovrà assumerlo per sempre se la modifica dello stile di vita porterà ai risultati desiderati.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica