Utente 475XXX
Buonasera, vi scrivo per chiedere un consulto.
Io ho dei dolori e mi sento strano da mesi ormai e n'è io, n'è il mio dottore, riusciamo a capire cosa possa essere la causa.
Tutto è iniziato ad aprile con una forte febbre(39.5) e da lì sono iniziate le mie "sciagure". (Prima di allora ho avuto per circa un anno degli episodi di "mancanza di battiti " e palpitazioni che mi andavano e venivano ma a cui non ho mai dato importanza).
Da aprile ho iniziato ad avere dei dolori puntori al petto sulla parte sinistra, al tricipite e al gomito sinistro, dietro la schiena tra le scapole, alla spalla e alla guancia... Questi dolori si alternano nel corso della giornata e non sono fortissimi (se non raramente), ma quando, mi prendono al petto e al braccio, spesso avverto mancanza di battiti e mi gira la testa e mi viene una stanchezza improvvisa.
Oltre a questo dolore ho un senso di nausea da mesi ormai, che è lieve ma quasi sempre presente e non va via anche prendendo le medicine e non capisco cosa lo causi.
Ho fatto molti esami e visite anche cardiologiche, ma non hanno mai riscontrato grossi problemi.
L'' ecocardiogramma ha riscontrato una lieve insufficienza tricuspidalica e un filamento sulla tricuspide(ma mi han detto che avvolte è genetico).
Il test da sforzo invece, ha mostrato uno" spiccato incremento cronotropo" e il cardiologo valutando anche la storia di mio nonno(ha avuto problemi alle coronarie seguiti da 3 infarti e due ictus, il primo infarto a 45 anni ed è morto di ictus a 61), per escludere quindi malattie alle coronarie congenite o una qualche vena ostruita, mi ha detto di valutare una angiografia.
Mesi fa ho fatto gli esami del sangue ed era risultato il colesterolo hdl e colesterolo totale basso, ma il mio medico ha detto di stare tranquillo(però non mi ha fatto eseguire l'esame del colesterolo ldl) e di non fare l'angiografia perchè a 23 anni é impossibile che io abbia problemi alle coronarie.
Io ora ho frequenti "doloretti" al tricipite sinistro, al petto" seguiti da palpitazioni con battiti "strani" (non li so descrivere ma il mio cuore non batte come sempre e inizio a sentiri i battiti) e con episodi di extrasistoli, fiato corto, dolore al collo e certe volte sento un senso di oppressione allo stomaco nella parte alta o al costato sinistro vicino lo stomaco con vertigini e giramenti di testa

Ora vi domando: Mi consigliate di fare l'angiografia o non devo fare altro come detto dal medico?
Io avvolte sto malissimo soprattutto quando mi prendono i giramenti di testa seguiti dalla stanchezza, non riesco a fare nulla.
Inoltre ultimamente anche solo facendo le scale, mi manca il fiato e vedo puntini neri alla fine della rampa.
Grazie e mi affido ad un vostro parere.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
i dolori che lei riferisce nin hanno certo le caratteristiche del dolore cardiaco.
per cio che concerne le palpitazioni programmi con calma un holter cardiaco

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 475XXX

La ringrazio molto per la pronta risposta.
Programmerò un holter per verificare la natura delle palpitazioni e non eseguo la cardiografia delle coronarie come aveva suggerito il cardiologo giusto?
Un' ultima domanda: posso essere quindi tranquillo e mi assicura che questi dolori non siano causati da un qualche problema alle vene del cuore o al cuore stesso?
Perchè io quando ho queste sensazioni di stanchezza e fiato corto, sento un dolore che parte dal cuore con anche extrasistoli e poi passa o dietro le scapole o al tricipite sinistro per poi calmarsi dopo un po' di tempo e facendo rimanere però una sensazione di oppressione al petto/costato sinistro e fiato corto dopo la fine dei dolori, per poi sparire e riapparire con gli stessi dolori nel corso della giornata.
Inoltre mi preoccupa il fatto che ora, ogni volta che faccio le scale mi manca il fiato(sono uno sportivo e mi alleno 4 volte a settimana e prima non mi accadeva) e spesso vedo dei puntini luminosi che mi portano a essere stanchissimo tanto che mi devo buttare sul divano.
La ringrazio per la pazienza a la gentilezza e attendo una sua risposta

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Programmare una coronarografia a 24 anni e' una ......sciocchezza pazzesca.
Lei ha una notevole quota ansiosa che se persistesse, andra' curata.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 475XXX

Grazie per le risposte.
Volevo chiederle, ci sono altri esami meno invasivi da fare al posto della coronografia per capire se ci sono magari vene ostruite? Inoltre mi sono scordato di dirle di aver scoperto di avere un soffio al cuore due mesi fa, che han sentito 3 dottori diversi nel corso di visite di accertamento, ma il mio medico di base dice di stare tranquillo e che non è niente di grave.
Inoltre vorrei farle presente un episodio avuto ieri:
Sono andato a fare la spesa e al ritorno sono tornato a piedi con le buste della spesa in mano.
Ho iniziato ad avvertire, mentre camminavo, dei doloretti prima al petto sinistro e poi alla scapola sx insieme a palpitazioni.
Poi all'improvviso ho iniziato ad avere il fiato corto e a sentirmi molto stanco tanto che mi sono dovuto sedere sulla panchina perchè non riuscivo a camminare e mi girava la testa avendo anche molta spossatezza.
Il tutto è durato una 10 di minuti, poi mi sono riavviato a casa ma le palpitazioni mi sono rimaste per un altro po'.
Arrivato a casa ho fatto le scale e di nuovo ho avuto stanchezza e palpitazioni che mi sono passate dopo un po'.
Volevo chiederle a cosa può essere collegata questa stanchezza? Ha da consigliarmi altri accertamenti da fare magari anche non cardiologici?
La ringrazio e mi scusi se sono insistente o se le domande non riguardano il suo ambito, ma vorrei arrivare alla radice del problema e risolverlo perchè son mesi che sto così.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La radice del suo problema e' l'ansia e probabilmente il panico, dopo tutti gli esami che ha effettuato e risultati negativi.
SOlo se ne prendera' coscienza e decidera' di faarsi curare da uno specialista la sua qualita' di vita, attualmente molto bassa, migliorera' fino alla guarigione.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 475XXX

Per il soffio al cuore invece cosa mi dice? Non ho fatto in tempo a modificare il testo e farle leggere il problema del soffio che lei mi ha risposto subito essendo molto gentile come sempre. La ringrazio e se è un problema di ansia vedrò di risolvere questo aspetto allora.