Utente 475XXX
Buongiorno, volevo porre alla Vs. attenzione il mio caso con la consapevolezza dei limiti che può avere un consulto on-line.
Nell'ultima visita per il rinnovo del certificato medico per attività agonistica mi è stata riscontrata durante la prova sotto sforzo una P.A. di 230/100 mmHg a 220Watt, tale circostanza ha reso necessario l'approfondimento della situazione con un ECOCARDIOCOLORDOPPLER ed il monitoraggio della P.A. tramite HOLTER.
L'ECOCARDIOCOLORDOPPLER ha avuto questo esito: "NORMALI DIMENSIONI ENDOCAVITARIE CON SPESSORI PARIETALI AI LIMITI ALTI (SIV 11mm). LIEVE INSUFFICIENZA MITRALICA DEGENERATIVA . NORMALE LA FUNZIONE SISTOLICA GLOBALE E REGIONALE. SEZIONI DESTRE NEI LIMITI. PERICARDIO NEI LIMITI. CONCLUSIONI: INSUFFICIENZA MITRALICA DI GRADO LIEVE."
L'esame della HOLTER P.A. a causa di un funzionamento non continuo non ha fornito dati affidabili. successivamente il medico curante a corredo degli esami già fatti mi ha prescritto un ECOCOLORDOPPLER T.S.A.: " CAROTIDI REGOLARI PER DECORSO E CALIBRO; IMT 0,8mm. A SX PLACCA LIPIDICA REGOLARE PROFONDA PEL BULBO, DI 2,2mm PER UNA STENOSI MASSIMA ECST DEL 25% CIRCA. NELLA NORMA I FLUSSI CAROTIDEI PER VELOCITA' E DINAMICA. NELLA NORMA ASSI E FLUSSI VERTEBRALI IN V1-V2. ATEROMASIA LIEVE; CONTROLLO A UN ANNO".
Inoltre ho ripetuto il test sotto sforzo con il seguente referto: "TEST MASSIMALE INTERROTTO PER ESAURIMENTO MUSCOLARE AL MINUTO 1.56" DEI 225 WATT CON F.C. DI 156 bpm PARI ALL'88% DELLA F.C. TEORICA MASSIMALE. DP 36.970 CURVA PRESSORIA DI TIPO IPERTENSIVO. P.A. 237/100 mmHg. ASSENZA DI ALTERAZIONI DELLA RIPOLARIZZAZIONE INDICATIVE DI RIDOTTA RISERVA CORONARICA. ASSENZA DI ARITMIE IPO-IPERCINETICHE. RECUPERO REGOLARE. PZ ASINTOMATICO PER ANGOR E/O DISPNEA.
TEST MASSIMALE NEGATIVO PER ISCHEMIA INDUCIBILE."
Alla visita conclusiva con il cardiologo che ha richiesto preventivamente di monitorare la P.A. tre volte al giorno per ca. 10gg con il seguente esito ottenuto con l'elaborazione delle letture che ho rilevato tramite una app: PREIPERTENSIONE del 41%; IPERTENSIONE DI GRADO1 del 50%, con una P.A. media dal 15/12 al 21/12 di 133/88 e dal 22/12 al 28/12 di 139/90 (Dati comunque "falsati" da vari fattori ansiosi).
Infine il cardiologo mi ha prescritto il "Plaunac 10mg" una cp al dì e "Cardioaspirin 100mg" una cp al dì; il referto essendo stato compilato a mano alla mia vista è illegibile, ma comunque mi ha detto che la situazione clinica non è preoccupante. A lui ho posto il quesito dell'attività del nuoto agonistico se possa avere controindicazioni con il mio stato di salute e mi ha risposto che per lui sarebbe meglio evitare; allora gli ho chiesto a quale F.C. massimale mi possa allenare e mi ha risposto 140 bpm.

Scusate se mi sono dilungato, ma il mio quesito è se esistono degli esami più specifici per valutare la compatibilità dell'attività agonistica con il mio quadro clinico considerato che fino a fine Novembre mi sono allenato regolarmente senza disturbi. Grazie del tempo dedicatomi

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei e' un soggetto non piu' giovane, sovrappeso, iperteso e con qualche placca seppur non significativa alle carotidi..
Non conosco i valori del suo profilo lipiduico (colesterolo tortale, frazioni, etc etc)
Quindi lei va curato (il Plaunac cioe' Olmesartan a me non piace, ma meglio di niente...)

Concorso quindi con il Collega che le ha scopnsigliato l'attivita' agonistica.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Grazie del consulto.